QR code per la pagina originale

Raspberry Pi lancia il Compute Module 3+

Annunciato il l Raspberry Pi Compute Module 3+ (CM3 +), successore del Compute Module 3 (CM3) e disponibile in quattro varianti a partire da 25 dollari.

,

La Raspberry Pi Foundation ha lanciato il suo ultimo mini-computer, chiamato Compute Module 3+. Questo dispositivo è la naturale continuazione del Raspberry Pi Compute Module 3 e include una serie di nuove funzionalità che faranno felici i makers. Il punto di partenza è una memoria flash da 32 GB eMMC e una CPU quad-core con una velocità di 1,2 GHz, che lo rende un dispositivo relativamente potente con fattore di forma SODIMM DDR2 standard.

Il nuovo CM 3+ si basa sul SoC Cortex-A53 (ARMv8) e a bordo troviamo il chip a 64-bit CM2837B0 prodotto da Broadcom (presente anche sulla Raspberry Pi 3B+), affiancato da 1 GB di RAM LPDDR2. Stando a quanto comunicato dal produttore, il mini computer assorbe il calore più rapidamente rispetto al CM3 ed è progettato per supportare temperature che vanno dai  -20 °C ai 70 °C.

C’è da dire che nonostante utilizzi lo stesso system-on-a-chip (SoC) BCM2837B0 del modello Raspberry Pi 3 B+, il CM3 + condivide la velocità di clock della CPU del CM3, una decisione adottata dalla compagnia a causa dei limiti di alimentazione, oltre i quali oggi non è semplice andare. CM3+ aumenta anche la memoria massima onboard, dall’archiviazione eMMC da 4 GB sul Compute Module 3 si passa ai suddetti 32 GB, mica male.

L’opzione di memorizzazione priva di eMMC, nota come CM3+ Lite, si basa su una scheda SD, consentendo all’utente di aggiungere una memoria a scelta. Come i suoi predecessori, CM3+ è privo di porte ingombranti, dai connettori USB agli HDMI, che si trovano sulle tradizionali schede Pi. Tutte queste interfacce sono ancora disponibili su CM3+ ma solo collegandole ad una scheda creata dall’utente, tramite un connettore SODIMM DDR2 standard a 200 pin.

Le quattro varianti del rinnovato Compute Module forniscono anche più ingressi rispetto al normale Raspberry Pi, supportando due telecamere e due display, oltre alle GPIO extra. La differenza tra le quattro versione è nelle capacità di archiviazione: il Raspberry Pi Compute Module 3+ Lite non offre una memoria eMMC incorporata (25 dollari), mentre le altre hanno a bordo 8 GB (30 dollari), 16 GB (35 dollari) e 32 GB (40 dollari) di memoria eMMC Flash. Gli ordini sono già aperti e attivi sul sito ufficiale.

Fonte: Mybroadband • Immagine: Raspberry Foundation