QR code per la pagina originale

Google Chrome avrà la Dark Mode

In una build di Google Chrome, un utente ha scovato la Dark Mode, che potrebbe essere introdotta con la versione 74 del browser.

,

Google Chrome potrebbe presto avere la Dark Mode tanto attesa: l’utente di Reddit “valtism” ha recentemente individuato l’opzione nella build Nightly (Canary) del browser. A parte un’immagine della homepage non sono state condivise ulteriori informazioni, ma alcuni dettagli si possono analizzare dallo stesso screenshot.

Dal momento che si tratta di una build iniziale, sono diversi i problemi che devono essere risolti. La prossima versione di Google Chrome sarà la 73, prevista per il prossimo mese, ma è più probabile che la Dark Mode possa essere appannaggio della versione 74 del software su desktop.

Reddit (immagine: Reddit).

Dando un’occhiata allo screenshot che mostra la nuova modalità, il problema più evidente è l’eccessiva somiglianza con la modalità di navigazione in incognito del browser. La Dark Mode utilizza quello che sembra essere lo stesso colore di sfondo, nonché lo stesso colore per le schede e per la barra degli URL. Così facendo, l’azienda di Mountain View potrebbe mantenere in un certo senso familiare la modalità, ma i problemi potrebbero nascere in quanto troppo simile alla navigazione in incognito.

Sono molte le soluzioni: Google potrebbe modificare la configurazione del colore standard per la modalità di navigazione in incognito quando la Dark Mode è attiva, o potrebbe aggiungere ulteriori segnali visivi, ma al momento non vi è alcuna indicazione. Altro problema sono i testi, troppo poco leggibili: ci si augura che alla fine Google sceglierà un font di colore bianco (o almeno un grigio più chiaro) per i testi, così da dargli più risalto.

Si tratta comunque di una build iniziale, che verrà quasi sicuramente rivista prima del roll-out finale. Intanto Alphabet, società proprietaria di BigG, in occasione della recente relazione finanziaria ha rivelato quanto il colosso della ricerca sia cresciuto nell’ultimo anno.

Fonte: Ubergizmo • Immagine: Pixabay