QR code per la pagina originale

Nvidia termina il supporto a 3D Vision e Kepler

La serie di GPU mobili Kepler e il supporto al 3D Vision non rientrano più nei piani di Nvidia che ha deciso di terminare l'assistenza per i prodotti.

,

Dopo aver chiuso un trimestre da record, Nvidia ha annunciato che le GPU Kepler per portatili diventeranno “legacy” e dunque prive di un supporto costante. Ciò accadrà a inizio aprile, quando anche i driver 3D Vision Game Ready non riceveranno più aggiornamenti, e dunque saranno in balia di possibili bug e zero day. Sorte simile, come detto, per le Kepler in versione mobile, aggiornate a livello critico fino al prossimo aprile 2020.

La storia è dunque questa: con i driver GeForce Game Ready dalla versione 418 in poi, Nvidia non rilascerà più update per il modulo 3D Vision. Questo è stato il software di Team Green per la diffusione di immagini su monitor 3D compatibili, pur con specifiche di fascia bassa. Per questo, Nvidia continuerà a supportare il suo 3D Vision Video Player fino alla fine del 2019. Gli aggiornamenti critici per 3D Vision continueranno fino all’aprile 2020, ma in seguito Nvidia abbandonerà il software. Quindi, molto presto chi ha un monitor 3D con scheda grafica Nvidia, non potrà più scaricare update, il che potrebbe andare bene per un certo periodo ma non sul lungo, vista la necessità che anche i programmi siano pienamente compatibili con il supporto.

C’è da dire che le GPU mobili Kepler di Nvidia stanno proseguendo verso la fine del ciclo vita, che arriverà con la versione 418. Ancora una volta, gli aggiornamenti critici saranno supportati attraverso il mantenimento del driver ad aprile 2020 ma dopo quella data stop a correzioni di bug o aggiornamenti delle prestazioni. Gli utenti più colpiti potranno essere quelli con portatili di fascia media, che usano schede grafiche basate su Kepler. Un numero non così esiguo se si pensa che sebbene queste macchine stiano diventando piuttosto datate, le GPU in questione si comportano ancora bene con alcuni titoli.