QR code per la pagina originale

Microsoft protegge i browser Chrome e Firefox

Microsoft ha iniziato a testare l'estensione di Windows Defender Application Guard per i browser Chrome e Firefox per offrire maggiore sicurezza sul Web.

,

Microsoft, all’interno della nuova build 18358 di Windows 19H1, ha rilasciato agli Insider una novità che merita un approfondimento e cioè una nuova estensione per Windows Defender Application Guard dedicata ai browser Google Chrome e Firefox. Per ora, come detto, è un’esclusiva per gli Insider ma arriverà per tutti molto presto.

L’obiettivo è quello di migliorare la protezione durante la navigazione sul Web come su Edge dove Windows Defender Application Guard è già integrato. Il funzionamento dell’estensione è molto semplice. Questo piccolo software va a controllare l’URL a cui ci si vuole collegare all’interno di un elenco di siti Web attendibili. Se l’estensione scopre che ci si vuole recare all’interno di un sito poco attendibile, gli utenti verranno reindirizzati all’interno di una sandobox nel browser Edge per poter aprire il sito sospetto in tutta sicurezza. All’interno della sandbox gli utenti potranno continuare a navigare sicuri che anche in caso di problemi non arrecheranno danni al sistema operativo.

Se, invece, l’utente tenta di accedere ad un sito attendibile mentre si trova in una sessione protetta su Edge, sarà reindirizzato al browser predefinito che stava utilizzando in precedenza.

Microsoft ha sviluppato l’estensione per offrire anche la massima trasparenza. Al primo avvio del browser dopo l’installazione del software, apparirà una pagina dedicata a Windows Defender Application Guard che avviserà della sua presenza. Se ci sono problemi con il suo setup, gli utenti riceveranno istruzioni per la risoluzione di eventuali errori di configurazione.

Gli utenti possono avviare una sessione di Application Guard manualmente attraverso l’icona dell’estensione sulla barra di navigazione del browser.

Una volta che l’estensione sarà disponibile per tutti, sarà installabile su Windows 10 dalla versione 1803 o successive. Tuttavia, è richiesta la presenza di Windows 10 Pro o Enterprise. Gli utenti Home sono esclusi.