QR code per la pagina originale

Edge basato su Chromium, appare l’installer

Un primo installer ufficiale del nuovo browser Edge basato su Chromium appare online ma è installabile solo da specifici utenti registrati.

,

Il nuovo browser Edge basato su Chromium è sempre più vicino. Dopo i primi screenshot emersi dalla rete e dopo la scoperta del suo store dedicato alle estensioni, ecco arrivare il primo installer del nuovo browser direttamente dai server di Microsoft. Sebbene il programma sia liberamente scaricabile c’è un problema. Per poter installare l’applicativo, infatti, è necessario essere utenti registrati a Microsoft Employees, oppure essere clienti premium del servizio Azure.

Se non si possono soddisfare questi requisiti, provando ad installare il browser, semplicemente sarà restituito un messaggio di errore. L’installer pesa molto poco, appena 1,5 MB, segno che Microsoft offrirà una soluzione simile a Chrome con un installer piccolo con la necessità di dover scaricare il resto dei file direttamente da Internet. L’impossibilità di installare il browser non è un problema, comunque, perché la disponibilità dell’installer del nuovo browser Edge basato su Chromium è il chiaro indicatore che i test pubblici delle prime versioni beta si stanno avvicinando sempre di più. Lecito ipotizzare che i primi test possano iniziare con il via allo sviluppo di Windows 10 19H2, il prossimo grande step funzionale del sistema operativo le cui prime build sono attese a breve, appena dopo il rilascio di Windows 10 April 2019 Update che arriverà per tutti nel mese di aprile.

Il nuovo browser Edge basato su Chromium dovrebbe rappresentare una vera e propria rivoluzione per Microsoft. Visto l’insuccesso del browser Edge basato su di un motore proprietario (EdgeHTML), la casa di Redmond ha preferito abbracciare Chromium per offrire agli utenti una migliore esperienza di navigazione e soprattutto la piena compatibilità con tutte le risorse web che oggi sono sviluppate per essere compatibili con Chrome.

Edge, comunque, non rinuncerà ad uno store dedicato per le estensioni, sebbene tutte le estensioni classiche di Chrome dovrebbero funzionare tranquillamente.

Fonte: Neowin