QR code per la pagina originale

Caltanissetta a 1 Gbps grazie ad Open Fiber

La fibra ottica arriva a Caltanissetta; grazie ad un investimento di 7 milioni di euro, la banda ultralarga arriverà in città grazie ad Open Fiber.

,

Buone notizie per tutti coloro che abitano a Caltanissetta. Molto presto i cittadini e le aziende potranno navigare a banda ultralarga sino a 1 Gbps grazie alla rete in fibra ottica con tecnologie FTTH di Open Fiber. La società guidata dall’amministratore delegato Elisabetta Ripa investirà a Caltanissetta 7 milioni di euro per il cablaggio di circa 20 mila unità immobiliari. Complessivamente 256 chilometri di fibra ottica avvolgeranno i quartieri della città dal centro alle periferie.

I lavori dureranno 18 mesi dall’avvio dei cantieri. Tanto in centro quanto nelle zone più periferiche, ove possibile, verranno utilizzati cavidotti e infrastrutture di rete già esistenti per limitare il più possibile l’impatto degli scavi e gli eventuali disagi per la comunità. Anche a Caltanissetta, come già accade nei cantieri aperti in tutta Italia, gli scavi saranno comunque effettuati privilegiando metodologie innovative e a basso impatto ambientale. L’infrastruttura si estenderà per 122 chilometri, 84 dei quali realizzati attraverso il riuso di reti aeree e interrate già presenti in città.

Benefici per aziende e privati, quindi, ma anche per la pubblica amministrazione. La convenzione stipulata con il Comune prevede infatti la posa di fibra spenta in 50 sedi pubbliche (musei, scuole, biblioteche, uffici e così via) selezionate dal Comune di Caltanissetta che potrà così erogare i suoi servizi in modo sempre più efficace, efficiente e centrato sulle esigenze del singolo cittadino.

Open Fiber è un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma è attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. Una volta attiva la rete, i servizi di connettività saranno forniti dai partner di Open Fiber come Wind Tre e Vodafone.

Fonte: Open Fiber • Immagine: hywards via Shutterstock