QR code per la pagina originale

Windows 10 May 2019 Update arriva agli Insider

Microsoft ha rilasciato Windows 10 May 2019 Update agli Insider; inizia adesso una fase di test che si concluderà con il rilascio pubblico a fine maggio.

,

Microsoft ha rilasciato Windows 10 May 2019 Update agli Insider all’interno del Release Preview Ring. Come promesso la scorsa settimana, la casa di Redmond ha distribuito ai suoi tester la versione finale del nuovo grande step funzionale di Windows 10 che rilascerà pubblicamente a tutti quanti verso la fine del mese di maggio. Il gigante del software sfrutterà questo mese di test per affinare tutti i dettagli dell’aggiornamento.

L’obiettivo è quello di evitare di incorrere negli stessi problemi capitati con Windows 10 October 2018 Update. Ecco perché Microsoft ha deciso di ritardare il rilascio di Windows 10 May 2019 Update che originariamente doveva debuttare ad aprile con il nome di Windows 10 April 2019 Update. Una scelta comprensibile e corretta, soprattutto se permetterà davvero di finalizzare un update privo di problemi ed in grado di essere installato da tutti gli utenti Windows 10 senza presentare alcuna criticità.

Gli Insider che intendono contribuire allo sviluppo di Windows 10 May 2019 Update non dovranno fare altro che spostarsi sul Release Preview Ring ed istallare l’aggiornamento attraverso Windows Update. Nel corso dei prossimi giorni Microsoft rilascerà una serie di aggiornamenti cumulativi che andranno progressivamente a risolvere tutti i piccoli problemi ancora presenti all’interno del sistema operativo.

Gli Insider interessati devono fare attenzione a non rimanere all’interno del Fast Ring visto che a breve saranno rilasciate le build di Windows 10 20H1. Sino al rilascio finale, quindi, tutte le novità relative a Windows 10 May 2019 Update arriveranno solamente attraverso il Release Preview Ring.

Tra le più importanti nuove funzionalità che questo grande aggiornamento funzionale porterà agli utenti si menzionano il nuovo tema light, il supporto alle Kaomoji, la funzione sandbox in Windows, la separazione di Cortana dalla ricerca e tantissimo altro ancora.

Un aggiornamento, quindi, che permetterà di migliorare l’esperienza d’uso del sistema operativo.