QR code per la pagina originale

iOS 13: arriva la dark mode e tanto altro

Emergono alcune indiscrezioni sul futuro iOS 13, come l'inclusione di un nuovo multitasking, la dark mode e molto altro ancora: ecco i dettagli.

,

Mancano ancora diverse settimane prima dell’appuntamento con la WWDC di giugno, il tradizionale evento Apple incentrato sulle novità del software. Eppure già emergono le prime indiscrezioni sul conto di iOS 13, la nuova versione del sistema operativo mobile del gruppo. Secondo alcune fonti raccolte da 9to5Mac, e rimaste anonime, la società californiana avrebbe intenzione di introdurre interessanti funzioni, tra cui la dark mode già vista su macOS Mojave.

Così come già anticipato, Apple non presenterà ufficialmente il suo iOS 13 prima di giugno, nel corso della WWDC. Secondo alcuni sviluppatori vicini a Cupertino, la prima novità del sistema operativo sarebbe una modalità di visualizzazione scura, identica a quella lanciata su Mojave, pensata sia come opzione semplicemente estetica che come utile stratagemma per ridurre il consumo energetico sugli schermi OLED. Una minore richiesta di energia che si traduce, naturalmente, in un aumento dell’autonomia dei dispositivi.

Si parla anche di un rinnovato multitasking, con la possibilità per le applicazioni di sfruttare finestre multiple, indipendenti e con la possibilità si spostarle agilmente lungo lo schermo. Ancora, le finestre delle applicazioni potranno essere impilate e organizzare come meglio si crede, in particolare su iPad.

Verrà quindi introdotta una specifica gesture “undo”, per evitare di scuotere il device come avviene oggi, tramite il tocco a tre dita e lo spostamento a destra e sinistra sullo schermo. Nel mentre, arriveranno delle novità importanti per Safari, soprattutto su iPad. Si parla infatti dell’apertura automatica dei siti in versione desktop, data la generosità delle dimensioni dello schermo del tablet, così come la gestione più intelligente di font esterni. L’applicazione Mail, ancora, sarà in grado di organizzare la casella di posta a seconda delle categorie dei messaggi – come ad esempio marketing, acquisti, viaggi e via dicendo – e verrà finalmente introdotta la funzione “leggi dopo”.

Vi saranno infine miglioramenti sul fronte della produttività, con il supporto di maggiori documenti di terze parti e delle nuove gesture, così come l’introduzione di barre colorate specifiche per ogni applicazione in Split View. Non ultimo, è atteso un nuovo design per l’app Promemoria, un’aumentata affidabilità nel riconoscimento della voce con “Hey Siri“, il supporto multilingua per tastiere e dettatura, nonché molto altro ancora.