QR code per la pagina originale

Android, il browser predefinito lo decide l’utente

Dopo la bacchettata ricevuta dall'UE nel 2018, Google offre agli utenti la possibilità si scegliere su Play Store quale browser impostare come predefinito.

,

Google Chrome perde la sua posizione di privilegio su Android. Il colosso di Mountain View – dopo la bacchettata ricevuta dalla Commissione UE nel 2018 – ha deciso di rispondere alle criticità evidenziate dall’Unione Europea andando ad offrire agli utenti la possibilità si scegliere – da Google Play – quale web browser impostare come predefinito. Oltre al suo Chrome ci saranno quindi Mozilla Firefox, Microsoft Edge, Opera e tanti altri. Stesso discorso per il motore di ricerca: Google Search, Qwant, DuckDuck, Ecosio e altri.

Ad annunciare la novità – dedicata squisitamente agli utenti europei – il direttore del Product Management Paul Gennai con un post su blog ufficiale di Google, nel quale presenta nel dettaglio la novità.

Prossimamente, in Europa, accedendo a Google Play Store dopo un aggiornamento ad hoc gli utenti si vedranno comparire sui loro tablet e smartphone Android due nuove schermate: una relativa alla scelta dell’applicazione predefinita per la ricerca e un’altra relativa al browser web. Ognuna delle due finestra proporrà cinque soluzioni, mostrate in base alla popolarità su Google Play e in un’ordine assolutamente casuale.

Se l’utente dovesse scegliere, ad esempio, browser o motore di ricerca non di firma Google allora il nuovo sistema chiederà se si intende utilizzarlo come predefinito e “declasserà” la soluzione di bigG, spostando in secondo piano le icone in evidenza. L’aggiornamento dovrebbe arrivare per tutti gli utenti europei nelle prossime settimane, e coinvolgerà anche chi attiverà un nuoto dispositivo con sistema operativo Android.

Gli utenti – spiega Paul Gennai – sono sempre stati in grado di personalizzare i loro dispositivi Android in base alle loro preferenze. A seguito delle modifiche che abbiamo apportato per rispettare la decisione della Commissione europea dello scorso anno, inizieremo a presentare nuove schermate agli utenti Android in Europa con un’opzione per scaricare app di ricerca e browser

Fonte: blog google • Immagine: PxHere