QR code per la pagina originale

ExoMars cercherà vita su Marte, laboratorio pronto

Pronto il laboratorio per la ricerca della vita su Marte raggiungendo il sottosuolo con un trapano, nella cornice della missione ExoMars 2020.

,

È stato completato in Italia il laboratorio che servirà a cercare tracce di vita su Marte per la missione europea ExoMars 2020. Il laboratorio è pronto per essere integrato nel rover Rosalind Franklin, per un progetto che rientra nella collaborazione tra le agenzie spaziali di Europa (ESA) e Russia (Roscosmos).

Chi ha realizzato il laboratorio?

L’annuncio del completamento è stato dato dall’azienda Thales Alenia Space (Thales – Leonardo), nei cui laboratori di Torino il Laboratorio Analitico (Ald) è stato testato. Dopo aver superato con successo questa fase, il laboratorio è pronto per la missione ExoMars 2020 e quindi sta per essere integrato nel rover Rosalind Franklin, messo invece a disposizione dall’azienda Airbus Defense and Space.

A cosa può portare la missione ExoMars 2020

Per cercare la vita su Marte il rover è stato il primo ad essere dotato di un trapano con lo scopo di riuscire a prelevare campioni del suolo raggiungendo i due metri di profondità. Gli esperti infatti sostengono che proprio qui il laboratorio potrebbe trovare le tracce di una vita passata, perché nel sottosuolo sarebbe sopravvissuta alle radiazioni.

Il laboratorio però non si limiterà solo a raggiungere il sottosuolo, ma ovviamente dovrà anche analizzare tutti i campioni che ha prelevato. In questa fase sarà molto importante il lavoro svolto dai tre strumenti MicrOmega, Rls e Moma, i quali andranno ad analizzare la composizione chimica dei campioni a disposizione con l’obiettivo di cercare eventuali gruppi organici.

Inoltre il laboratorio è stato sottoposto ad un procedimento di sterilizzazione per evitare di contaminare i campioni raccolti con batteri provenienti invece dalla Terra. Intanto Walter Cugno, vicepresidente dell’Esplorazione e Scienza della Thales Alenia Space, in riferimento al nuovo laboratorio realizzato in Italia, ha dichiarato:

Utilizzando questo laboratorio per la ricerca della vita miniaturizzato e la tecnologia robotica avanzata, la missione ExoMars 2020 esplorerà il pianeta rosso alla scoperta di nuove prove per rispondere a domande che affascinano l’umanità da molto tempo.

Fonte: Thales • Immagine: ESA