QR code per la pagina originale

Android Q su otto smartphone Huawei

Huawei permette di installare Android Q Beta 3 solo sul Mate 20 Pro, ma la versione finale sarà disponibile per altri sette smartphone.

,

Android Q Beta 3, annunciato durante il Google I/O 2019, può essere installato sui Pixel e su altri 16 smartphone, tra cui lo Huawei Mate 20 Pro. Il produttore cinese ha svelato l’elenco dei primi modelli che riceveranno l’aggiornamento successivamente all’arrivo della versione finale.

Huawei potrebbe superare Samsung entro fine anno e diventare il primo produttore mondiale di smartphone. Nonostante le profonde modifiche al sistema operativo apportate con l’interfaccia EMUI, il produttore vuole velocizzare la distribuzione degli aggiornamenti, offrendo agli sviluppatori la possibilità di testare le app sul Mate 20 Pro e quindi di ricevere i feedback necessari. Per installare Android Q Beta 3 è sufficiente seguire le istruzioni pubblicate sul forum ufficiale.

A differenza di altri produttori, Huawei non consente di provare la beta agli utenti normali. È infatti necessario un account Google Play Developer e aver pubblicato almeno un’app sul Google Play Store. Dopo aver scaricato l’app Beta FUT (Friendly User Test) occorre aderire al progetto “Huawei Mate20pro Beta”. Gli aggiornamenti successivi verranno distribuiti in modalità OTA. Per ripristinare la versione originaria di Android può essere utilizzato il tool HiSuite.

Questi sono i primi smartphone che verranno aggiornati ad Android Q:

  • Honor View 20
  • Honor Magic 2
  • Mate 20
  • Mate 20 Pro
  • Mate 20 X
  • Mate 20 RS Porsche Design
  • P30
  • P30 Pro

Si tratta ovviamente dei modelli top di gamma più recenti. Altri potrebbe essere aggiunti in seguito. La versione finale di Android Q è attesa per il mese di agosto. Il numero dell’interfaccia dovrebbe seguire quello del sistema operativo, quindi EMUI 10. Al momento non si conoscono le novità in termini di design e funzionalità.

Tutto su Huawei P30 Pro