QR code per la pagina originale

Mac Pro modulare: primo leak appare online

Appare online il primo leak del Mac Pro modulare che Apple potrebbe presentare alla WWDC 2019: ecco alcune delle caratteristiche hardware.

,

Appare online il primo leak del tanto vociferato Mac Pro modulare, il desktop professionale promesso da Apple ormai parecchi mesi fa. Il dispositivo potrebbe essere presentato al pubblico nel corso della WWDC di giugno, tuttavia sui social network è già apparsa un’immagine relativa al prodotto. Non è al momento possibile confermare la veridicità dello scatto, anche perché pare risalga allo scorso novembre, tuttavia ha già avviato nutrite speculazioni sui social network in merito alle possibili caratteristiche hardware.

L’immagine in questione è stata pubblicata sulla piattaforma Imgur e mostra un desktop chiamato “Mac Pro 7.1”, incluso in un documento digitale interno di Apple dello scorso 7 novembre. Dato lo screenshot tutt’altro che recente, non è quindi possibile stabilire se si tratti della versione finale dell’atteso desktop modulare oppure di un semplice prototipo.

Il Mac Pro modulare presenta una forma rettangolare, con angoli arrotondati, e misure di circa 29 centimetri in lunghezza e altezza, per 19 di larghezza. Le immagini non mostrano il pannello posteriore, di conseguenza non è al momento possibile verificare la disposizione delle porte.

La condivisione riporta anche alcune delle caratteristiche hardware che potrebbero caratterizzare il dispositivo, tra cui un processore Intel Xeon W Cascade Lake-X, un chipset Apple T2 per la sicurezza, un misterioso “Apple X2 Accelerator” e il supporto per banchi di RAM DDR5 SO-DIMM. Potrebbero quindi essere disponibili quattro slot PCIe 4, tre porte Thunderbolt 4 e due HDMI 2.1, a cui si aggiunge il supporto per schede Ethernet di classe 10 gigabit e il Bluetooth 5.1.

Come appare evidente dalla lista, alcune delle funzionalità non sono ancora presenti sul mercato. La quarta versione di Thunderbolt non è ancora stata annunciata, mentre le schede per le PCIe 4 e le RAM DDR5 non dovrebbero invadere il mercato consumer prima del 2020. In ogni caso, nonostante la presentazione nel mese di giugno, è probabile che il nuovo Mac Pro non sia disponibile per l’acquisto prima della fine dell’anno.

Questi dettagli, tuttavia, potrebbero mettere in dubbio la veridicità della condivisione, considerando come le schede grafiche riportate – delle AMD FirePro – non siano state inserite nella loro definizione corretta. Mancano comunque poche settimane all’evento della WWDC, quando si potrà finalmente verificare l’autenticità del leak in questione.

Fonte: AppleInsider • Immagine: Apple