QR code per la pagina originale

Rimodulazione TIM anche per il fisso

TIM ha annunciato una nuova rimodulazione che colpirà i suoi clienti di rete fissa che hanno attivi i piani TUTTO VOCE e VOCE SENZA LIMITI.

,

Nuova rimodulazione da parte di TIM che questa volta riguarda i clienti di rete fissa. L’operatore, infatti, ha fatto sapere che a partire dal prossimo primo di luglio il costo dell’abbonamento mensile delle offerte TUTTO VOCE e VOCE SENZA LIMITI aumenterà di 1,90 euro. TIM giustifica questa scelta con la motivazione di voler garantire i necessari investimenti per abilitare nuovi servizi digitali più evoluti ed interattivi.

Trattasi comunque sicuramente di una notizia poco piacevole per i clienti TIM che saranno colpiti da questa rimodulazione. L’operatore fa sapere anche che gli interessati da questa rimodulazione sono stati informati con una comunicazione pubblicata nella fattura TIM, inviata nel mese di maggio 2019, in cui è possibile verificare la denominazione della propria offerta attiva, il prezzo attuale ed il nuovo prezzo a partire dalla data del primo luglio 2019.

Ovviamente, trattandosi di una modifica unilaterale del contratto, i clienti potranno decidere di non accettarla e di effettuare la disdetta del contratto senza incorrere in alcuna penalità ai sensi dell’art. 70, comma 4 del Codice delle Comunicazioni Elettroniche. Il recesso dovrà essere comunicato entro il 30 giugno 2019.

La procedura è la seguente.

Il diritto di recesso può essere esercitato facendone richiesta dall’Area Clienti MyTIM Fisso (previa registrazione), scrivendo alla Casella Postale 111 – 00054 Fiumicino (Roma) o tramite PEC all’indirizzo disattivazioni_clientiprivati@pec.telecomitalia.it, chiamando il Servizio Clienti linea fissa 187 o recandosi in un Negozio TIM (per l’elenco dei Negozi TIM vai su https://tim.it/negozi-tim. Per l’invio tramite posta o PEC, è necessario allegare una fotocopia del documento d’identità del titolare del Contratto e specificare nell’oggetto della comunicazione: “Modifica delle condizioni contrattuali”.

E’ possibile recedere anche passando ad altro operatore, specificando la richiesta nella comunicazione di recesso. Se sulla linea sono in corso pagamenti rateali, (es. telefoni, TV, contributo di attivazione, etc.), è possibile scegliere se continuare a pagare le rate fino alla scadenza o saldare le rate residue in unica soluzione, specificando la richiesta nella comunicazione di recesso. Nel caso in cui l’offerta attiva abbia un vincolo temporale di permanenza (es. perché si è beneficiato di offerte promozionali), non verranno addebitati gli importi contrattualmente previsti in caso di cessazione anticipata.