QR code per la pagina originale

Playdate, la console portatile con la manovella

Playdate è una piccola console che ricorda il vecchio Game Boy e ha una manovella installata sul lato della scocca che funge da controller analogico.

,

Una piccola console che ricorda il vecchio Game Boy di Nintendo, con un particolarità: una manovella installata sul lato della scocca che permette di gestire i movimenti nei giochi. Playdate, questo il nome della nuova e originalissima portatile sviluppata dai ragazzi di Panic.

Panic è nata come software house ed è conosciuta principalmente per videogiochi indie come l’ottimo Firewatch o l’imminente Untitled Goose Game, ma – evidentemente – ha voluto diversificare il suo raggio d’azione puntando su una nuova console handheld, decisamente in controtendenza rispetto ad una industry che crede sempre meno nelle portatili. Nintendo a parte, che potrebbe lanciare presto una versione solo mobile di Switch.

La nuova console Playdate è stata presentata poche ore fa da Panic. Siamo di fronte ad una piccolissima macchina da gioco, di colore giallo (ma potrebbero esserci altre colorazioni), con schermo in bianco e nero, un paio di grandi pulsanti frontali e una manovella per il controllo di giochi decisamente bizzarri, sviluppati da indie star come Keita Takahashi e Zach Gage.

Playdate fa sapere di voler “creare qualcosa di di veramente diverso nel mondo dei videogiochi”. E vedendo il look, Playdate potrebbe davvero riuscire in questa impresa.  “Il colore giallo – spiega il co-fondatore di Panic, Cabel Sasser – ha reso immediatamente Playdate accessibile, amichevole e impossibile da resistergli”.

Dal punto di vista tecnico, Playdate è grande 74 x 76 millimetri, ha uno schermo LCD in bianco e nero da 400×240 pixel, senza retroilluminazione. La manovella ovviamente non ha alcun legame con la ricarica della batteria, ma si tratta di un controller analogico che permette di affrontare esperienze di gioco davvero mai viste prima.

Per quanto riguarda la distribuzione, i ragazzi di Playdate puntano su una formula decisamente diversa dalle tradizionali cartucce: ogni settimana i giocatori riceveranno un nuovo gioco, per un totale di dodici titoli. Potranno essere ovviamente scaricati dalla rete: la console include infatti un modulo Wi-Fi e anche Bluetooth per la connettività.

Il pacchetto con console e primo pacchetto da 12 giochi, distribuiti in 12 settimane, avrà un costo di 149 dollari e avrà giochi curati da game designer di livello, come Keita Takahashi (Katamari Damacy), Bennett Foddy (QWOP), Shaun Inman (The Last Rocket) e Zach Gage (SpellTower).

I pre-order della console cominceranno entro la fine dell’anno, e sul sito ufficiale fanno sapere che Playdate verrà commercializzato a inizio 2020. Al momento non è chiaro se la console sarà distribuita solo in USA o raggiungerà anche altri mercati, come quello europeo e quindi italiano.