QR code per la pagina originale

Fyusion, 3 milioni di dollari per l’imaging 3D

Fyusion ha raccolto finanziamenti dalla giapponese Itochu per una tecnologia che combina imaging 3D, visione artificiale e apprendimento automatico.

,

Una bella somma quella ottenuta in un round di finanziamenti da Fyusion, in gran parte proveniente dalla giapponese Itochu, col fine di realizzare una tecnologia che combina l’imaging 3D, la visione artificiale e l’apprendimento automatico per guidare l’e-commerce.

Si tratta di una direzione tracciata già cinque anni, da quando cioè la compagnia si è focalizzata sull’acquisizione di immagini e sulla loro conversione in file olografici 3D. La strategia ha aiutato l’azienda a guadagnare oltre 140 milioni di utenti attivi mensilmente, un business redditizio, secondo quanto affermato dal CEO di Fyusion Radu Rusu, in un’intervista. Itochu, un gruppo da 100 miliardi di dollari incentrato sull’industria tessile, ha seguito l’investimento in Fyusion col fine di applicare la piattaforma di imaging alla guida del coinvolgimento e delle vendite di e-commerce attraverso le proprie attività di moda e abbigliamento, nonché con i partner in Giappone e in giro per il mondo.

Con Fyusion, Itochu sarà in grado di offrire funzionalità di visualizzazione interattiva a 360 gradi da qualsiasi dispositivo, compresi i visori di realtà virtuale e aumentata. I consumatori potranno esaminare un prodotto proprio come farebbero nella vita reale, così da decidere se acquistarlo online con maggiore sicurezza.

Quali innovatori nel campo dell’imaging 3D, Fyusion ci offre il tipo di prodotto e la tecnologia che cercavamo – ha dichiarato Yoshihiro Fukushima di Itochu – collaboriamo con Fyusion per offrire un’esperienza di e-commerce immersiva, unica che integra la tecnologia Fyuse 3D di prossima generazione di Fyuse e la tecnica di apprendimento automatico, per ottenere significativi guadagni nel coinvolgimento e nelle vendite a livello globale. Utilizzando la nostra esperienza nello sviluppo di marchi, stiamo ampliando le basi di business estendendo i campi di intervento, dalla moda e abbigliamento fino a includere l’intero segmento delle categorie di lifestyle.

Video:Nuru, un’app utile per le piantagioni di manioca