QR code per la pagina originale

Tesla Supercharger, arriva il limite alla ricarica

Per migliorare la disponibilità dei Superchager, Tesla ha deciso che in alcune stazioni le auto potranno ricaricare solo sino all'80% della capacità.

,

I Superchager sono uno dei fiori all’occhiello di Tesla. Le stazioni di ricarica rapida dedicate alle sue auto permettono ai possessori di una Tesla Model S, Model X o Model 3 di poter viaggiare senza problemi anche su lunghe distanze. Ma con la crescente diffusione delle auto elettriche americane, i Surperchager si stanno riempiendo sempre di più. La società di proprietà di Elon Musk vuole evitare che si formino code all’interno delle sue stazioni di ricarica rapida ed ha deciso di introdurre un aggiornamento che dovrebbe permettere di limitare questo fenomeno, soprattutto all’interno di alcune specifiche località ad alto traffico.

Tesla ha rilasciato un aggiornamento dedicato ad alcuni suoi Supercharger che permetterà di fare in modo che la ricarica delle auto venga interrotta all’80% della capacità della batteria. Una scelta intelligente per molti motivi. Il livello dell’80% della batteria non è stato scelto a caso. Innanzitutto, con l’80% della capacità della batteria le Tesla sono in grado di percorrere diverse centinaia di chilometri senza problemi e quindi possono raggiungere una seconda stazione senza difficoltà.

In secondo luogo, come noto, le curve di potenza di ricarica non sono lineari e più la batteria è piena e più la velocità della ricarica si riduce. In particolare, una caduta importante della potenza delle ricarica avviene proprio raggiunto l’80% della capacità della batteria.

In termini pratici, sino all’80% le Tesla ricaricano velocemente, ma poi, la velocità di ricarica cala rapidamente. Questa novità riguarderà, come detto, non tutti i Supercharger. In quelli coinvolti, in alcuni casi questo limite sarà applicato costantemente, in altri in maniera dinamica in alcuni specifici periodi dell’anno giudicati ad alto traffico come le festività.

Con questa scelta, quindi, Tesla punta a rendere i tempi delle ricariche più rapidi per garantire una costante disponibilità dei punti di ricarica a tutte le auto che arriveranno. Tempi che si ridurranno ulteriormente con l’arrivo dei Superchager V3 che permetteranno di ricaricare a potenze molto più elevate.