QR code per la pagina originale

WhatsApp, le 7 assurde mancanze dell’app

Lo sviluppo di nuove funzionalità su WhatsApp procede troppo lentamente, ecco 10 esempi concreti.

,

WhatsApp aggiunge spesso nuove funzionalità all’applicazione, sia su iOS che su Android. Il problema è che lo fa troppo lentamente, soprattutto rispetto a Telegram, app che da sempre si posiziona come acerrimo rivale e che per molti è ancora per gli utenti che vogliono il massimo. Esistono certamente le mod di WhatsApp che aggiungono parecchie funzionalità, ma non sono ufficiali e spesso rappresentano una minaccia alla sicurezza. Per questo non sono supportate, anzi se ne sconsiglia proprio l’utilizzo.

Un post molto critico è apparso su WABetainfo, portale che anticipa per primo le novità in arrivo su WhatsApp, da parte di chi conosce bene l’app e che ne monitora l’andamento giorno dopo giorno. Si intitola “è il 2019 ma siamo nel 2014“, sottolineando tutte le mancanze dell’app pubblica attuale. Innanzitutto le lamentele riguardano lo sviluppo: si viene a conoscenza di una nuova funzionalità, annunciata dopo 3 mesi ma disponibile dopo 9. perché tutta questa lentezza? Ecco alcuni esempi di 7 importanti impostazioni non disponibili ancora su WhatsApp.

Non è possibile inviare foto non compresse, cioè non esiste attualmente un’opzione per inviare foto per come sono state scattate. Esistono smartphone con fotocamere da 48 megapixel e WhatsApp comprime comunque gli scatti inviati. Le foto non compresse potrebbero in effetti essere un problema per i futuri backup, ma comunque non viene fornita la scelta all’utente.

Non è possibile ascoltare messaggi vocali mentre si guarda un’altra chat. “Ti mando un vocale di 10 minuti”, dice la famosa canzone, ma mentre lo si ascolta non si può assolutamente uscire dalla chat per guardare i messaggi di altri gruppi.

Siamo nel 2019 e ancora si attende la Dark Mode, una modalità a cui WhatsApp lavora fin dal 2018. Moltissime altre app l’hanno aggiunta 2-3 anni fa. Impossibile anche nascondere il proprio status online, non c’è un’opzione per questo.

L’azienda inoltre comunica poco con gli utenti, con l’account Twitter ufficiale che semplicemente retwitta i suggerimenti degli utenti (ad esempio “come non avere spoiler su WhatsApp”). Ci sono poi ancora troppi limiti nell’app: bisogna mandare un file zip di 101 MB? Impossibile: il limite è di 100 MB.

Non è possibile modificare i messaggi entro un limite di tempo. Gli sviluppatori ci stavano lavorando nel periodo in cui sono iniziati i lavori dell’opzione “cancella per tutti”, ma il progetto è naufragato. Non si conoscono i motivi di questa scelta, forse per evitare la disinformazione online? Del resto questa opzione non esiste neanche su Twitter. Inoltre tutti i contatti continuano a sapere quando un messaggio viene eliminato, funzione che non piace proprio a tutti.

Fonte: WABetainfo