QR code per la pagina originale

Netflix: installazione tramite APK

Sui vecchi dispositivi Android e su quelli non certificati è possibile installare il pacchetto APK che Netflix mette a disposizione sul sito ufficiale.

,

Netflix è compatibile con un numero elevato di dispositivi, ma le versioni più recenti dell’app Android possono essere utilizzate solo su smartphone e tablet con almeno la versione 5.0 (Lollipop) del sistema operativo Google. Chi possiede un modello più vecchio può scegliere una strada alternativa, ovvero l’installazione tramite APK.

Netflix APK: download e installazione

A partire dalla versione 5, l’app può essere installata solo su smartphone e tablet con almeno Android 5.0 Lollipop. Tuttavia ci sono casi in cui l’app non viene mostrata ugualmente sul Google Play Store, ad esempio se il dispositivo non è certificato Google Play Protect (si può verificare lo stato nelle impostazioni del Google Play Store). Netflix offre quindi la possibilità di scaricare il pacchetto APK per dispositivi con una versione di Android compresa tra 4.4.2 KitKat e 7.1.2 Nougat. Un’altra fonte affidabile è APKMirror, ma l’utente deve trovare la versione corretta del file. Questa è la versione pubblicata sul sito ufficiale:

  • Netflix 4.16 per Android (link)

La procedura prevede l’attivazione del permesso per installare le applicazioni da sorgenti sconosciute. L’utente deve visitare la pagina del centro assistenza con il browser e toccare il link corrispondente. In alternativa può scaricare il file APK e copiarlo su Google Drive oppure copiare il file da PC a smartphone/tablet collegato alla porta USB. L’installazione viene avviata con un semplice tap sul nome del pacchetto. Al termine il file può essere conservato o eliminato. Il cosiddetto sideloading non permette di ricevere gli aggiornamenti, quindi è necessario verificare manualmente l’esistenza di una nuova versione.

A questo punto basta inserire email e password all’avvio per avere accesso all’intero catalogo del servizio. Netflix sottolinea che il funzionamento non è garantito sui dispositivi Android con permessi root o non certificati, anche se l’installazione avviene correttamente.

Immagine: dennizn via Shutterstock