QR code per la pagina originale

iOS 13: scambio dati via cavo tra due iPhone?

Con iOS 13, Apple abiliterà la possibilità di trasferire dati tra due iPhone avvalendosi di un cavo: è quanto svela l'ultima beta del sistema operativo.

,

Con iOS 13, il sistema operativo mobile di Apple in arrivo nella sua versione finale nel mese di settembre, gli utenti potrebbero riuscire a scambiare dati fra due iPhone, ricorrendo semplicemente a un cavo. È questa la funzionalità emersa dall’ultima beta consegnata agli sviluppatori, così come riportato da MacRumors.

La feature introdotta da Apple sembra essere connessa alle opzioni di backup previste in iOS 13: oltre al classico backup su computer o tramite iCloud, gli utenti potrebbero essere in grado di procedere anche con un secondo dispositivo, semplicemente collegando un cavo Lightning fra due diversi device. L’unica richiesta è che i dispositivi siano impostati con lo stesso Apple ID, per ovvie ragioni di sicurezza.

L’opzione in questione, così come scoperto dallo sviluppatore Guilherme Rambo, prevede anche un’apposita icona: uno smartphone dotato di Face ID collegato a un vecchio modello con Touch ID, tramite un opportuno cavo. Ancora, il developer ha trovato un messaggio d’avviso incluso nel sistema operativo e relativi alla funzione: “Mantieni i due iPhone connessi e collegati all’alimentazione fino al termine del trasferimento”.

Considerando come la nuova generazione di iPhone XI e del successore di iPhone XR, in arrivo nel mese di settembre, vedranno probabilmente l’inclusione di una classica presa Lightning, è probabile che il trasferimento avvenga con un cavo proprietario targato mela morsicata. USB-C risulterebbe di certo uno standard più comodo, ma al momento il gruppo di Apple Park ha deciso di includerlo unicamente nella sua linea degli iPad Pro, almeno per quanto riguarda gli iDevice.

Come già accennato, il nuovo iOS 13 verrà rilasciato nella sua versione finale nel mese di settembre, in concomitanza con il lancio di iPadOS, tvOS 13 e watchOS 6. Oltre alla versione per gli sviluppatori, è disponibile da qualche giorno anche una beta pubblica per tutti gli utenti comuni che volessero provare il nuovo sistema operativo.