QR code per la pagina originale

Apple in trattativa per la divisione 5G di Intel

Apple potrebbe acquisire la divisione modem 5G di Intel, con un'acquisizione da un miliardo di dollari: ecco tutti i dettagli sulla trattativa.

,

Apple potrebbe essere interessata all’acquisizione della divisione modem 5G di Intel, dopo il recente accorto stretto dalla società di Cupertino con il colosso Qualcomm. Secondo quanto reso noto dal Wall Street Journal, infatti, il gruppo californiano avrebbe già avviato delle trattative con il chipmaker. Intel, come già noto, la scorsa primavera aveva annunciato di voler abbandonare lo sviluppo di soluzioni 5G per il mobile, dedicandosi invece su altri fronti di questa tecnologia.

La notizia non è stata ovviamente confermata da Cupertino, tuttavia il Wall Street Journal fa riferimento ad alcune indiscrezioni fornite da fonti vicine alle questione, rimaste anonime. Secondo quanto reso noto, Apple potrebbe offrire 1 miliardo di dollari per l’acquisizione della divisione 5G di Intel, con l’intenzione non solo di far proprio il know how sviluppato sino a oggi, ma anche di incorporare lo staff in Apple Park.

Come già noto, Apple e Intel collaborano da tempo sulla creazione di chipset proprietari per lo standard 5G: nel periodo della contrapposizione tra il gruppo di Cupertino e Qualcomm, infatti, il chipmaker statunitense sembrava essere il principale candidato per la fornitura di modem. I ritardi nello sviluppo del primo esemplare, da includere nei futuri iPhone, ha fatto però temere a Cupertino il superamento dell’obiettivo prefissato del 2020, forse spingendo l’accordo proprio con Qualcomm.

Qualcomm e Apple hanno firmato una collaborazione di sei anni, con la possibilità di un rinnovo per un ulteriore biennio, di conseguenza difficilmente si vedranno chip 5G Intel nel breve periodo. La società californiana, tuttavia, sta anche portando avanti un progetto per la creazione in-house di questi modem e, di conseguenza, l’acquisizione della divisione del chipmaker potrebbe rappresentare una solida base in questa direzione. Non resta che attendere, di conseguenza, eventuali conferme oppure delle smentite dalle parti di Apple Park.