QR code per la pagina originale

Twitter lavora alla ricerca nei DM

Twitter sta sviluppando una barra di ricerca utile a cercare i messaggi all'interno dei DM.

,

Una nuova interessante funzionalità sembrerebbe in cantiere presso Twitter: si tratta della ricerca del testo all’interno dei DM (Messaggi Diretti). Sebbene al momento non ci siano grandi dettagli in merito alla feature, non è difficile immaginare che permetterà agli utenti di risparmiare un sacco di tempo evitandogli di dover cercare manualmente un determinato messaggio all’interno di una conversazione.

Basterà probabilmente cercare la parola chiave di un messaggio, in una data barra “Trova i messaggi nella conversazione corrente” (o qualcosa di simile), per essere indirizzati in automatico a quel punto della chat. Il social network dell’uccellino ha aggiunto che sta “rienergizzando” il proprio lavoro sui DM, quindi potrebbe semplicemente trattarsi del momento clou di una strategia più ampia. In effetti, Twitter sta inoltre lavorando all’opzione per supportare le Live Photo da dispositivi iOS, nel caso gli utenti desiderino che le loro istantanee siano più vivaci, e sta testando una funzione che consente agli utilizzatori di attivare delle notifiche per seguire le conversazioni di loro interesse: in questo modo verranno avvisati ogniqualvolta sarà lasciato un commento al tweet che desiderano monitorare (opzione peraltro personalizzabile).

Per quanto riguarda i DM, l’azienda ha tutte le ragioni di dargli importanza: d’altronde Mark Zuckerberg ha delineato i piani per un Facebook incentrato sulla privacy, con maggiore enfasi sulle chat e su altri spazi “semplici e intimi”. Se Twitter vuole attirare le persone lontano da quegli spazi, deve rendere i DM più convincenti di quanto lo siano oggi. Intanto la società ha rivisto il suo look su desktop per rendersi più intuitivo e facile da usare: l’obiettivo è stato quello di migliorare l’usabilità complessiva del social, affinché le persone potessero utilizzarlo da computer con la stessa immediatezza con cui lo usano su dispositivi mobile.