QR code per la pagina originale

iOS 13 svela gli occhiali AR di Apple

Le ultime beta di iOS 13 contengono dei riferimenti agli occhiali per la realtà aumentata di Apple: ecco tutti i dettagli dell'atteso dispositivo.

,

Apple potrebbe essere al lavoro su un paio di occhiali compatibili con la realtà aumentata. L’indiscrezione circola ormai da parecchi mesi, ma ora sembra giungere una conferma più diretta da iOS 13. È quanto rivelano alcuni sviluppatori analizzando l’ultima beta disponibile del sistema operativo, dove sarebbero presenti degli indizi in alcune stringhe di codice.

L’indiscrezione proviene da MacRumors, testata che ha potuto verificare la documentazione relativa alle scoperte di alcuni sviluppatori. Secondo quanto reso noto, l’ultima beta di iOS 13 includerebbe l’applicazione STARTester, pensata per abilitare la visualizzazione di iOS su dispositivi da viso.

Sempre MacRumors riferisce come, associata a questa applicazione, vi sia un file README, pensato per descrivere il sistema StarBoard, una shell per l’abilitazione di applicazioni AR su visore. Ancora, emerge come il gruppo di Cupertino sia al lavoro su alcuni prototipi, chiamati in modo non ufficiale “Garta” e identificati con la sigla “T288”. Non ultimo, il riferimento a StarBoard è incluso anche in altre porzioni di iOS 13, con delle stringhe per richiamare la shell quali “ARStarBoardViewController” e “ARStarBoardSceneManager”.

Così come già accennato, si discute ormai da tempo della possibile introduzione sul mercato di un visore per la realtà aumentata targato mela morsicata. Apple starebbe sviluppando degli occhiali, curandone non sono l’hardware ma anche i più piccoli dettagli estetici, affinché possano differenziarsi da altri modelli già conosciuti, come i Google Glass. Non sono emerse, tuttavia, altre caratteristiche sul prodotto: da quanto si ipotizza, le immagini potrebbero essere proiettate direttamente sulle lenti del visore.

Apple negli ultimi anni ha investito ingenti somme sul fronte della realtà aumentata, basti pensare ad ARKit. Grazie a questo framework, gli sviluppatori iOS hanno potuto integrare proprio la realtà aumentata all’interno delle loro applicazioni, per i più svariati risultati, dal gaming alla misurazione delle dimensioni degli ambienti.