QR code per la pagina originale

Twitter, funzione “nascondi risposta” negli USA

Negli Stati Uniti e in Giappone, Twitter consente ora agli utenti di nascondere le risposte indesiderate ai propri cinguettii.

,

Ancora mancano diverse utili funzionalità a Twitter, richieste a gran voce dagli utenti. Per esempio quella che consente di inviare messaggi vocali tramite DM, feature che chi utilizza Facebook può sfruttare già da molto tempo, e quella che permette di nascondere le risposte ai propri tweet. Per la gioia di coloro che “cinguettano”, quest’ultima funzione è ora in fase di test in Giappone e negli Stati Uniti.

Invece di eliminare in maniera definitiva risposte offensive o indesiderate, la nuova opzione consente agli utenti di nasconderle una a una, sia attraverso l’app che sulla versione desktop del social. Twitter ha già svolto un test simile in passato, ma solo in Canada. Gli sviluppatori hanno dichiarato che la possibilità di nascondere i tweet potrebbe dare agli utenti “un maggiore controllo” sulle loro conversazioni, sebbene qualcuno sostenga che tale mossa consentirebbe in maniera drastica di mettere a tacere le voci discordanti. A ogni modo la piattaforma afferma che la visibilità delle risposte nascoste, così come il fatto che chiunque possa visualizzarle, impedirà che la censura la faccia da padrona.

Il test dello strumento in Canada è stato incoraggiante: gli utenti hanno nascosto principalmente risposte irrilevanti e offensive. Più di un quarto – il 27% – degli utenti si è visto nascondere le risposte, ha affermato che avrebbe pensato di più a cosa scrivere in futuro. È bene precisare che la funzione “nascondi risposta” non è permanente: sulla base del risultato del test negli Stati Uniti e in Giappone, Twitter potrebbe decidere di abbandonare la funzionalità o renderla disponibile a chiunque.

Lo scorso mese è emerso che è in cantiere la ricerca del testo nei DM, utile agli utenti per risparmiare un sacco di tempo evitando di dover cercare manualmente un determinato messaggio all’interno di una conversazione.