QR code per la pagina originale

Spotify: i podcast anche nelle playlist

Spotify annuncia una novità in occasione dell'International Podcast Day: i podcast potranno ora essere aggiunti alle playlist.

,

Importanti novità per tutti gli appassionati di Spotify, una delle piattaforme di streaming musicale fra le più gettonate. In occasione dell’International Podcast Day, una ricorrenza che si celebra oggi in tutto il mondo, la società ha deciso di offrire una nuova funzionalità agli iscritti: la possibilità di aggiungere podcast alle proprie playlist.

I podcast – da “21 Days” a “The Clearing”, passando per “Horoscopes Today” e “The Daily” – sono sempre più popolari su Spotify. Milioni di persone si connettono ogni giorno sulla piattaforma di streaming per ascoltare le parole dei loro speaker preferiti, tra informazione e intrattenimento. Oggi il gruppo ha deciso di rendere l’ascolto e l’organizzazione dei podcast ancora più semplice, permettendo l’inclusione degli stessi nelle proprie playlist.

L’utente avrà la massima libertà di realizzare la playlist in questione: potrà essere composta di soli podcast o, ancora, vedere un interessante alternanza tra brani musicali e parlato. Ovviamente, come tutte le altre playlist da sempre esistenti su Spotify, sarà possibile anche condividerle in modo semplice con i propri amici o, ancora, approfittare delle funzioni integrate per lo sharing sui social network. Così ha spiegato la società in un comunicato:

Le playlist sono molto speciali per Spotify – è proprio attraverso di esse che abbiamo costruito la nostra piattaforma personalizzata nel 2006 ed è così che continuiamo ad aiutare gli ascoltatori a scoprire nuovi contenuti ogni giorno. Siamo entusiasti di estendere questa esperienza anche al mondo dei podcast!

Spotify rinnova così il proprio impegno per garantire la migliore esperienza d’ascolto possibile ai propri utenti, sia per coloro che hanno scelto un account gratuito – supportato dall’advertising – che per coloro che hanno deciso di optare per un abbonamento Premium. La novità è già disponibile da ora, sia su desktop che tramite le applicazioni mobile.