QR code per la pagina originale

Tim Cook: Apple Card presto in altre nazioni

Apple Pay potrebbe arrivare presto in altri Paesi, oltre agli Stati Uniti: è quanto ha lasciato intendere Tim Cook in un'intervista in Germania.

,

Apple Card vedrà presto il lancio in nuove nazioni. È quanto conferma Tim Cook, il CEO di Apple, nel corso del suo viaggio in Germania. Secondo quanto riferito da alcune fonti locali, il gruppo di Cupertino avrebbe intenzione di espandere la portata internazionale per il servizio di pagamento, includendo proprio la Germania.

Al momento non è dato sapere quando Apple Card verrà lanciata in altre nazioni, né se le funzionalità saranno identiche alla versione già da qualche settimana disponibile negli Stati Uniti. In occasione di un’intervista per il Bild, tuttavia, il CEO di Cupertino ha lasciato intendere che il servizio di pagamento – e la relativa tessera in titanio – sbarcheranno presto in Germania.

Vogliamo offrire Apple Card ovunque. Vogliamo arrivare in Germania.

Naturalmente, il percorso potrebbe non essere semplice per Apple, poiché le normative europee sono abbastanza diverse da quelle statunitensi, sul fronte della gestione delle carte di credito e dell’offerta di servizi finanziari. Ancora, non è dato sapere se, per conquistare nuove nazioni, il gruppo di Cupertino si avvarrà di collaborazioni con altri partner finanziari e bancari, oltre a Goldman Sachs.

Come già noto, Apple Card è il servizio di pagamento introdotto dal gruppo di Cupertino in Apple Pay. Sottoscrivendo il servizio si potranno eseguire pagamenti elettronici direttamente dal proprio iPhone, per i negozi attrezzati di ricevitore NFC, oppure tramite una comune carta di credito in titanio. Il servizio offre un comodo cashback – il 3% su Apple Store, il 2% tramite App e l’1% utilizzando la tessera fisica – nessun costo di attivazione e la possibilità di scegliere autonomamente se rimborsare immediatamente le spese o posticiparle, affinché sia possibile azzerare eventuali interessi di pagamento. Al momento, Apple Card richiede l’abbinamento con un iPhone.