QR code per la pagina originale

Mozilla Firefox, novità per la navigazione anonima

Firefox consentirà di scegliere un motore di ricerca differente per la navigazione anonima che, eventualmente, offre più privacy di Google.

,

Mozilla potrebbe presto annunciare una funzionalità che permette di scegliere due motori di ricerca differenti per la navigazione normale e anonima con Firefox. La novità, attualmente disponibile nell’ultima build Nightly, consentirà di incrementare la privacy e probabilmente di sottoscrivere accordi economici con altri partner.

Mozilla ha gradualmente attivato per tutti la funzionalità Enhanced Tracking Protection. Nella sezione Privacy e sicurezza delle impostazioni è possibile scegliere tre “profili” (Normale, Restrittivo e Personalizzato), ad ognuno dei quali corrisponde un differente livello di blocco per i contenuti (elementi e cookie traccianti, cryptominer e fingerprinter). Quando viene aperta una finestra anonima, il browser attiva il profilo Restrittivo, ma il motore di ricerca è sempre quello predefinito, ovvero Google.

L’azienda di Mountain View non è certamente nota per rispettare la privacy degli utenti, quindi Mozilla ha aggiunto la possibilità di impostare un secondo motore di ricerca per la navigazione anonima. Nella sezione Ricerca delle impostazioni è presente la voce “Seleziona il motore di ricerca predefinito per le finestre anonime“. Il più noto e “amico della privacy” è DuckDuckDo, ma l’utente può scegliere anche Bing, Amazon, eBay, Twitter e Wikipedia o aggiungere un altro motore di ricerca preferito. Per visualizzare la voce è necessario impostare a “true” i parametri “browser.search.separatePrivateDefault” e “browser.search.separatePrivateDefault.ui.enabled“, dopo aver digitato about:config nella barra degli indirizzi di Firefox Nightly.

Il motore di ricerca predefinito in navigazione normale è Google. La fondazione riceve milioni di dollari proprio grazie all’accordo con l’azienda di Mountain View. Mozilla non ha ancora deciso quale sarà il motore di ricerca predefinito in navigazione anonima, probabilmente perché sono in corso contatti con i possibili partner. Proprio per cercare di ridurre la dipendenza da Google sono state avviate alcune iniziative, come Firefox Private Network.