QR code per la pagina originale

Modem fibra ottica Telecom: configurazione

TIM per il suo abbonamento in fibra ottica FTTH offre ai suoi utenti la possibilità di usare un modem di proprietà; ecco come configurarlo.

,

TIM offre all’interno della sua offerta di connettività in fibra ottica su rete FTTH anche un modem. Chi sceglierà di abbinarlo alla propria linea potrà contare su una soluzione già pronta. Questo significa che quando arriverà l’installatore basterà collegare il modem alla linea per iniziare subito a navigare. Ovviamente, sarà possibile farlo collegandosi sia tramite rete LAN che attraverso il supporto wireless. Il vantaggio di questa soluzione è che non è necessario mettere mano alla configurazione del modem se non per modificare eventuali parametri avanzati.

Di contro, gli utenti hanno meno libertà nel configurare la loro rete in quanto alcuni aspetti non possono essere toccati. Grazie alla delibera del Modem Libero, è possibile scegliere di adottare un modem fibra di proprietà per poter disporre della massima libertà di setup per la propria linea. Ovviamente, prendendo questa via è necessario configurare a mano il proprio modem.

Fortunatamente, TIM ha pubblicato sul suo sito di supporto una comoda e veloce guida che illustra tutti i parametri che devono essere inseriti per poter connettersi ad Internet utilizzando un modem di proprietà.

Modem fibra ottica Telecom: setup

Con la tecnologia FTTH, la fibra ottica arriva direttamente in casa e deve essere collegata ad una terminazione ottica fornita da TIM, detta ONT (Optical Network Termination). Il modem in proprio possesso deve essere collegato alla terminazione ottica (ONT) mediante cavo di rete Ethernet Categoria 5e o superiore alla porta WAN Ethernet.

Il dispositivo utilizzato per la connessione dati deve avere una interfaccia di rete WAN di tipo Gigabit Ethernet Full-Duplex Auto-Sensing e su essa è necessario il supporto del protocollo Ethernet 802.1q. Questi i parametri:

  • USERNAME: numero_telefonico
  • PASSWORD: timadsl
  • PROTOCOLLO: PPPoE Routed (definito come RFC 2516)
  • INCAPSULAMENTO: VLAN Ethernet 802.1q
  • NAT: attivo
  • VLAN: 835

Per utilizzare i servizi Voce in modalità VoIP sui collegamenti in tecnologia FTTH, è necessario configurare il servizio VoIP sul modem. Per il corretto funzionamento del servizio Voce, il dispositivo deve utilizzare i DNS ottenuti automaticamente durante la connessione e deve essere in grado di fare richieste di tipo SRV verso essi. I parametri da usare sono i seguenti:

  • SIP Domain : telecomitalia.it
  • SIP Protocol : UDP Port 5060
  • Expire Time : Minimo 86400 secondi
  • Codec supportati : Obbligatori G.729, G.711 A-law – Codec opzionale G.722
  • Gestione Fax e POS supportata con protocollo G.711 A-law e T.38
  • Packetization Time : 20ms
  • Supporto toni DTMF : RFC 2833 / RFC 4733
  • DSCP Marking : 40 (dec)
  • VAD (Voice Activity Detection) : disabilitato
  • Supporto 100rel (messaggio PRACK) secondo RFC3262 : abilitato
  • Supporto UPDATE, secondo RFC3311 : abilitato