QR code per la pagina originale

Nextdoor punta sui commercianti di quartiere

Nextdoor festeggia il suo primo compleanno in Italia e annuncia la novità delle Pagine Aziendali per sostenere i commercianti di quartiere.

,

Nextdoor è una sorta di “social network di quartiere” che in Italia è sbarcato nel 2018 ed è strutturato per permettere agli utenti di trovare e conoscere i vicini di casa. Questa piattaforma festeggia, adesso, un anno di vita in Italia, e per celebrare questa ricorrenza, annuncia l’introduzione delle Pagine Aziendali, una nuova funzione pensata per aiutare il commercio locale.

Nello specifico, questo significa che attività commerciali e liberi professionisti potranno avere una propria pagina per farsi conoscere e valorizzare la propria realtà all’interno della comunità. L’idea nasce dal fatto che le nuove tecnologie ed Internet hanno allontanato le persone dalle attività presenti nel loro quartiere. Ne deriva, per esempio, che il commercio locale ne sta risentendo: 1 negozio su 4 è in perdita e 1 commerciante su 2 ritiene di avere meno certezze sul futuro rispetto all’anno precedente.

Proprio per questo, Nextdoor si è posto l’obiettivo di essere il primo social network a supportare le attività commerciali locali introducendo la nuova funzionalità delle Pagine Aziendali.

Inoltre, è arrivata la nuova funzione “Raccomandazioni” che permette ai vicini di supportare le proprie attività commerciali di quartiere preferite lasciando recensioni e condividendo suggerimenti con le persone che vivono nelle vicinanze. I vicini sono, infatti, gli esperti locali del proprio quartiere: le loro raccomandazioni rappresentano un valore aggiunto per altri vicini e attivano un prezioso passaparola.

Tutti coloro che sono interessati a entrare nella community di Nextdoor del proprio quartiere possono scaricare l’app o visitare nextdoor.it e inserire il proprio indirizzo per localizzarsi. Se il proprio quartiere è già su Nextdoor, si può immediatamente effettuare la registrazione, previa verifica. Se Nextdoor non è ancora attivo nella propria area, si può invece diventare il membro fondatore ed essere colui che porta Nextdoor nel quartiere.

Arrivata in Italia a settembre 2018, l’app Nextdoor ha registrato una crescita davvero molto rapida. Le percentuali di quartieri attivi contano numeri sorprendenti in una rosa di città come Milano (94%), Torino (95%), Firenze (95%), Bologna (90%) e Roma (76%). Una menzione speciale anche ai quartieri più grandi: Marconi a Bologna con oltre 850 membri, Gambara a Milano con oltre 650 membri, Don Bosco a Roma con oltre 630 membri, Rifredi a Firenze con oltre 490 membri e Vanchiglia a Torino con oltre 370 membri.