QR code per la pagina originale

NASA InSight, “talpa” respinta dal suolo di Marte

Il rover Insight della NASA ha visto il suo braccio robotico essere respinto dal suolo marziano durante gli scavi.

,

Marte è un pianeta ostile. Non soltanto per quanto riguarda l’abitabilità, ma anche per gli studi condotti su di esso. Il lander InSight della NASA ha faticato ad affondare una sonda di temperatura sotto la superficie del pianeta e, nonostante nelle ultime due settimane sembrava che la missione procedesse a gonfie vele, qualcosa di ancora sconosciuto l’ha fatta uscire dal terreno.

Di recente, il team di InSight ha twittato una GIF che mostra la cosiddetta “talpa”, ovvero il penetratore dello strumento HP3 (Heat Flow and Physical Properties Probe), mentre viene rimbalzata dal suolo di Marte (dove si era parzialmente inserita). I ricercatori della NASA hanno così scritto:

Marte continua a sorprenderci. Mentre la talpa scavava, lo scorso fine settimana, è riemersa per metà della sua lunghezza.

L’agenzia spaziale statunitense ha affermato che, secondo una valutazione preliminare, “inattese proprietà del suolo” siano la causa di questo bizzarro comportamento. La sonda avrebbe dovuto scavare fino a una profondità di 5 metri per misurare la temperatura più interna di Marte: fa tutto parte della missione utile a studiare come si formano i pianeti rocciosi (come Marte, appunto, e la Terra). La talpa è rimasta inizialmente bloccata subito dopo il suo impiego, nel mese di febbraio, ma i recenti sforzi per utilizzare il braccio robotico del lander sembravano funzionare (almeno fino a quest’ultima battuta d’arresto).

La sonda di temperatura è stata progettata dal German Aerospace Center (DLR). L’amministratore associato della NASA, Thomas Zurbuchen, si è rivolto a Twitter per dire che gli ingegneri stanno ora analizzando i dati per cercare di capire cosa sia successo.

Sarà interessante scoprire se InSight riuscirà a superare anche questo scoglio e capire a cosa sia dovuto effettivamente l’intoppo.