QR code per la pagina originale

Google Maps, Navigazione in Incognito su Android

Google Maps accoglie la Navigazione in Incognito su Android, per garantire una maggiore protezione alla privacy dei suoi utenti.

,

Il mese scorso, il colosso della ricerca ha annunciato che la Navigazione in Incognito di Google Maps sarebbe stata presto rilasciata. Una mossa che suggerisce l’intenzione dell’azienda di proteggere sempre più la privacy dei propri utenti, garantendogli la giusta sicurezza. Adesso, la funzionalità dovrebbe finalmente essere disponibile per dispositivi Android. Sebbene la funzionalità potrebbe richiedere alcuni giorni per raggiungere tutti i device, coloro che possono già usufruirne necessitano di effettuare pochi passaggi per attivarla.

Basta infatti aprire Google Maps, fare tap sull’immagine del proprio profilo e selezionare “Attiva modalità di Navigazione in Incognito”. Val la pena tuttavia sottolineare che alcune funzionalità verranno disabilitate attivando la Navigazione in Incognito: per esempio non verranno salvati nella Cronologia delle posizioni i luoghi che vengono visitati, così come non verranno salvate le ricerche sull’account dell’utente (e le informazioni non saranno usate per personalizzare l’esperienza). Pertanto, è consigliabile valutare bene quando attivare la modalità, anche perché non disabilita del tutto il monitoraggio: infatti, l’utente potrebbe essere comunque tracciato da app di terze parti, Assistente Google (nel caso lo si stesse usando) e altri servizi di BigG.

Intanto, la società di Mountain View ha confermato ufficialmente l’acquisizione di Fitbit, uno dei più grandi produttori di dispositivi indossabili al mondo. Questo dimostra che Google ha intenzione di gettarsi nel mercato degli smartwatch, magari per dare una nuova casa al suo sistema operativo Wear OS: l’operazione è costata ben 2,1 miliardi di dollari e consente a Fitbit di far parte di uno dei giganti della tecnologia. Inoltre, BigG ha rivelato (ma non ancora in via ufficiale) che l’app Registratore di Pixel 4 sarà presto retrocompatibile con i modelli precedenti del celebre smartphone proprietario.