QR code per la pagina originale

Google Maps, profilo modificabile dall’app Android

Google Maps consente adesso, a tutti gli utenti Android, di modificare il proprio profilo direttamente da mobile.

,

Google Maps permette adesso di gestire il proprio profilo direttamente da Android. In precedenza, tutto ciò che si poteva fare a controllare i punti Local Guides, nel caso si facesse parte del programma, ma non era possibile modificare il proprio nome e la biografia. Adesso invece, grazie alla sezione Il mio profilo, è consentito avere un controllo maggiore e intuitivo dei propri dati sull’app di navigazione da mobile.

Basta infatti cercare la nuova sezione nel menu laterale: lì si potranno trovare le proprie informazioni e i contributi precedenti. Si potrà modificare il proprio nome o cambiare la foto profilo, aggiungere una biografia e passare alle impostazioni. C’è inoltre un’opzione che consente all’utente di mostrare o nascondere sul proprio profilo tutti i contributi. Insomma, grazie al nuovo aggiornamento di Google Maps per Android, la società consente di accedere rapidamente a controlli speciali sulla privacy attraverso le impostazioni.

Al momento non è chiaro quando gli utenti iOS potranno modificare il profilo direttamente da smartphone (è comunque probabile non ci voglia molto, giacché in genere non passa mai troppo tempo tra il supporto Android e iOS, salvo casi sporadici). Non si tratta di una novità eclatante, certo, ma non obbliga le persone ad accedere tramite web per avere il controllo completo del proprio profilo e delle sue impostazioni. La scorsa settimana, i dispositivi Android hanno inoltre ricevuto la modalità di Navigazione in Incognito da lungo tempo chiacchierata, una mossa che suggerisce l’intenzione del colosso della ricerca di proteggere ulteriormente la privacy degli utenti. A ogni modo, è bene valutare attentamente quando sia il caso di attivarla: abilitando la funzione, infatti, non verranno salvate le ricerche dell’utente, così come i luoghi visitati nella Cronologia delle posizioni.