Il primo Macintosh compie 36 anni

Il primo Macintosh compie 36 anni: venne presentato da Steve Jobs il 24 gennaio del 1984, dopo una campagna basata sul futuro distopico di Orwell.

Il primo Macintosh compie 36 anni. Era infatti il 24 gennaio del 1984 quando Steve Jobs, durante l’annuale meeting degli investitori Apple, decise di presentare al mondo un computer a dir poco straordinario per i tempi. A differenza di altre alternative sul mercato, come i sempre più diffusi PC IBM, il Macintosh offriva infatti un’interfaccia grafica, tale da rendere l’utilizzo del computer accessibile a tutti.

Anticipato da uno spot al Super Bowl che fece la storia – l’ormai famosissima campagna basata sul futuro distopico di “1984” di Orwell – questo computer aprì la strada a tutta l’informatica moderna. Dotato di un processore Motorola 68000 da 8 MHz, il computer poteva far affidamento anche a 128 KB di RAM, un lettore floppy da 3.5 pollici e su un design compatto all-in-one. Non nel senso moderno del termine – il primo Macintosh pesava infatti più di 7 chili – e forse non alla portata di tutte le tasche, con i suoi listini a partire da 2.495 dollari.

La presentazione lasciò tutti a bocca aperta poiché, per volontà proprio di Steve Jobs, fu lo stesso Macintosh a presentarsi al mondo. Estratto da una sacca e acceso, il computer pronunciò una frase di benvenuto divenuta iconica, grazie ai software di sintetizzazione vocale presenti nel suo sistema operativo:

Ciao, sono il Macintosh. È fantastico essere uscito da quella borsa.

Il primo Macintosh riuscì a conquistare la soglia delle 70.000 unità vendute entro il maggio dello stesso anno, anche se causò una contrapposizione interna alla stessa Apple, tanto da indurre il co-fondatore Steve Jobs a lasciare l’azienda. Negli anni, in particolare con il ritorno dello stesso iCEO in Apple nel 1997, sono stati lanciati i più svariati modelli di Mac, tutti pronti a ricordare quel primo esemplare nel loro sistema operativo. Tra gli esemplari più noti, il primo iMac, i coloratissimi iBook, i PowerBook, il passaggio all’architettura Intel con la presentazione dei primi MacBook bianchi, i MacBook Pro, Mac Mini e molti altri ancora.

Ti potrebbe interessare