QR code per la pagina originale

Google, chiusi uffici in Cina per il coronavirus

Google chiude temporaneamente i suoi uffici in Cina per combattere la diffusione del minaccioso coronavirus.

,

Google ha deciso di chiudere temporaneamente tutti i suoi uffici in Cina per via dell’epidemia di coronavirus. Secondo quanto riportato da The Verge, sarebbero coinvolti tutti gli stabili nella Cina continentale, nonché quelli a Hong Kong e Taiwan. Attualmente le strutture sono chiuse per via dei festeggiamenti in occasione del Capodanno lunare, una misura adottata dal governo cinese per contribuire a ridurre la diffusione del virus.

Tuttavia, pare che Google prevede di tenere chiusi i suoi uffici secondo le indicazioni del governo, imponendo peraltro delle restrizioni temporanee ai viaggi di lavoro per i voli verso la Cina continentale e Hong Kong. La società consiglia inoltre ai suoi dipendenti operativi sul suolo cinese di tornare nel proprio Paese il più presto possibile, con la possibilità di lavorare da remoto per almeno 14 giorni dalla data di partenza.

Sebbene Google non gestisca molti dei suoi servizi web più popolari in Cina a causa delle tensioni storiche con il governo, la società ha più di qualche ufficio nel paese. La presenza sul territorio cinese del colosso della ricerca riguarda soprattutto il lato hardware, perché molte fabbriche della Cina lavorano come produttori di telefoni Pixel e smart speaker Google Home. La mossa di BigG segna l’ultimo sforzo dell’industria tecnologica per mitigare i rischi legati al virus, che secondo i funzionari sanitari ha avuto origine nella città cinese di Wuhan e ha causato almeno 132 morti e oltre 6.000 casi confermati.

Conseguenze non solo per l’azienda di Mountain View: il coronavirus potrebbe infatti limitare la produzione dei nuovi iPhone SE 2, dal momento che Apple fa affidamento alla Cina per la realizzazione degli hardware di gran parte dei suoi dispositivi.

Video:Google Nest Hub