QR code per la pagina originale

Spazio, primo attracco di salvataggio in orbita

Un satellite della Northrop Grumman ha tratto in salvo un Intelsat a corto di carburante, eseguendo un attracco unico nella storia spaziale.

,

Un satellite di comunicazione a secco di carburante è stato salvato grazie al primo attracco di questo tipo nella storia: Northrop Grumman e Intelsat hanno annunciato di essere riusciti a collegare due satelliti commerciali a oltre 36 mila chilometri sopra la Terra. Per trarre in salvo l’Intelsat 901, rimasto a corto di carburante, la Northrop Grumman ha infatti lanciato in orbita il Northrop Grumman’s Mission Extension Vehicle, chiamato anche MEV-1, che opererà come una sorta di cane guida per il compagno di Intelsat.

Le due compagnie lo hanno considerato un momento storico per il commercio spaziale: “Stiamo oltrepassando i limiti di quello che molti pensavano fosse impossibile. L’impossibile è ora realtà e quello che è accaduto oggi ne è un grande esempio” ha affermato Tom Wilson, il presidente di SpaceLogistic, una sussidiaria di Northrop Grumman.

Il satellite della Northrop Grumman è stato lanciato dal Kazakhstan ad ottobre. Nei giorni scorsi, è attraccato sul satellite Intelsat 901, in orbita da 19 anni. Il duo rimarrà collegato per i prossimi 5 anni. Nonostante il vetusto satellite non fosse progettato per questo tipo di attracchi, le autorità hanno confermato che tutto è andato per il meglio.

Una volta tornato nella sua orbita originale, da dove era stato spostato per permettere l’attracco, il satellite di Intelsat dovrebbe riprendere le sue normali attività in un mese o due. Per quanto riguarda il MEV-1, una volta raggiunta la soglia dei cinque anni, si staccherà dal compagno e provvederà a salvare altri satelliti in carenza di carburante. Nel frattempo, la SpaceX pensa ai primi turisti nello spazio.