QR code per la pagina originale

Corellium installa Android su un iPhone

Corellium è riuscita a installare una copia di Android su iPhone: si tratta di un proof of concept per mostrare il walled-garden di Apple.

,

La società di cybersicurezza Corellium ha annunciato di essere riuscita a installare una coppia di Android su iPhone, sfruttando un metodo di jailbreak. Il dispositivo targato mela morsicata, ma dotato di sistema operativo Google, è stato mostrato alla redazione di Forbes: al momento non verranno forniti agli utenti Apple strumenti per fare altrettanto, poiché l’obiettivo è unicamente quello di realizzare un “proof of concept”.

Secondo quanto reso noto, i ricercatori avrebbero utilizzato il jailbreak checkra1n per lanciare una versione personalizzata di Android. Il sistema funzionerebbe solo sugli iPhone più vecchi, mentre non si ha notizia di simili possibilità sugli smartphone più recenti della lineup di Cupertino.

Corellium sostiene che questo esperimento possa essere utile a dimostrare le limitazioni del walled-garden di Cupertino:

Apple limita gli utenti iPhone a operare all’interno di una sandbox, ma gli utenti posseggono quell’hardware, dovrebbero essere in grado di utilizzare quell’hardware come meglio preferiscono.

Il progetto, ribattezzato Project Sandcastle, si è avvalso di strumenti creati dalla stessa Corellium, allo scopo di realizzare una sorta di virtualizzazione all’avvio del device per poter caricare Android. Poiché basato sul jailbreak checkra1n, può essere applicato unicamente a iPhone 7, iPhone 7 Plus e a iPod Touch, mentre non può essere sfruttato su modelli più recenti. Il gruppo è però al lavoro su smartphone e altri device iOS antecedenti proprio a iPhone 7.

Non è la prima volta che Corellium e Apple si trovano contrapposte. Lo scorso anno la società di Cupertino ha infatti avviato una causa contro l’azienda, per violazione del copyright data la distribuzione di software per virtualizzare iOS. David Hecht, consigliere di Corellium, ha espresso a Forbes il dubbio che il gruppo californiano stia cercando di escludere la concorrenza:

Per anni Apple ha cercato di bloccare iPhone e iPad sotto l’egida della sicurezza quando, in realtà, ha tentato di escludere la concorrenza.

Al momento l’azienda di Apple Park non ha commentato l’iniziativa apparsa sulla stampa statunitense.