Coronavirus, cancellato il Salone del Mobile 2020

Il Salone del Mobile 2020 di Milano sarà cancellato per via del coronavirus, manca soltanto l’ufficialità.

Il Salone del Mobile 2020 sarà, con ogni probabilità, cancellato ufficialmente a causa della pandemia da nuovo coronavirus. Se, infatti, in un primo momento la manifestazione era stata spostata da aprile a giugno, un annuncio da parte dei vertici atteso in serata potrebbe mettere un punto definitivo alla questione.

Come molti altri eventi rimandati per via del COVID-19, anche la rassegna di design più importante al mondo si prepara a slittare di un anno. Il verdetto sarà dato dal presidente del Salone del Mobile, Claudio Luti, insieme con Emanuele Orsini, presidente di FederlegnoArredo: tuttavia, essendo la situazione in Italia ancora critica, è facile immaginare la direzione che verrà presa. Una decisione non certo facile, come ha spiegato Orsini:

Si tratta di una decisione dolorosissima, prima di tutto per il contesto drammatico in cui avviene, con il Covid-19 che ha messo in ginocchio la Lombardia, l’Italia e non solo, in secondo luogo perché rinviamo di un anno la manifestazione del design più importante al mondo.

Insomma, dopo le Olimpiadi e Vinitaly, anche il Salone slitta al 2021. L’appuntamento sarà probabilmente fissato dal 13 al 18 aprile del prossimo anno, occasione in cui verranno unite assieme tutte le manifestazioni biennali, dedicate a cucine, bagno, illuminazione e ufficio. Il Salone del Mobile di Milano ogni anno attira alla Fiera di Rho quasi 400mila visitatori ed è uno dei principali motori per l’export delle nostre imprese.

Difficile aspettarsi qualcosa di diverso: il decreto del governo, d’altronde, impone di evitare assembramenti e invita le persone a rimanere in casa per limitare la diffusione della malattia.

Ti potrebbe interessare