QR code per la pagina originale

Apple saluta Intel? Mac con chip ARM forse nel 2021

Apple sembrerebbe pronta a dire addio a Intel, favorendo la produzione interna di chip ARM per i suoi Mac.

,

Apple potrebbe annunciare, nel corso della WWDC 2020 di questo mese, il passaggio dai processori Intel ai chip ARM prodotti in casa. Val la pena ricordare che la conferenza si terrà dal prossimo 22 giugno, esclusivamente online per evitare assembramenti.

Indiscrezioni secondo cui Apple sarebbe passata all’utilizzo dei propri chip ARM sono in circolo da anni, ma secondo Bloomberg questa transizione sarebbe imminente e il primo Mac con un simile processore dovrebbe arrivare nel 2021. Stando al rumor, la società di Cupertino avrebbe almeno tre chip ARM per Mac in fase di sviluppo, basati sulla stessa architettura dei SoC montati su iPhone e iPad. Il sistema operativo rimarrà comunque macOS, non è previsto infatti alcun passaggio a un’ipotetica versione di iOS per desktop.

Anche se il modello definitivo dei chip ARM dovesse essere pronto tra mesi, Apple pare debba rendere pubblici i suoi piani per dare agli sviluppatori il tempo di ottimizzare il loro software per la nuova architettura. Bloomberg riferisce che il cambiamento sarebbe dovuto dal rallentamento della crescita delle prestazioni di Intel; secondo quanto riportato, i test interni di Apple sui Mac con chip ARM avrebbero mostrato grandi benefici sul piano delle performance rispetto alle alternative offerte da Intel. La maggiore efficienza energetica dei processori ARM potrebbe quindi portare a MacBook più sottili e leggeri in futuro.

A proposito dell’azienda della mela morsicata, di recente è emerso un brevetto depositato da Apple per una funzione utile a scattare selfie sintetici: in sostanza sarebbe utile per farsi un selfie di gruppo anche senza essere vicini ai propri amici.

Video:Apple Watch Series 4: più attivi, sani, connessi