QR code per la pagina originale

Google Stadia, controller in wireless su telefoni Android

Google Stadia permette adesso di collegare via wireless il proprio controller ai dispositivi Android, non rendendo più indispensabile il cavetto.

,

Google Stadia sta migliorando lentamente grazie ad alcune caratteristiche che i giocatori si sarebbero aspettati già al momento del lancio. Sebbene in molti siano stati insoddisfatti della piattaforma di BigG al debutto, la società ha dimostrato di saper mantenere le promesse fatte aggiungendo via via nuove funzionalità: adesso, il servizio consente agli utenti di utilizzare il controller in modalità wireless con i dispositivi Android.

Per associare il gamepad sarà necessaria l’ultima versione dell’app Stadia, e una volta collegato il telefono e la periferica alla stessa rete Wi-Fi basterà seguire i semplici passi illustrati da Google per iniziare a giocare. Si tratta di un update particolarmente gradito, ma non bisogna dimenticare che è una delle funzioni che avrebbe dovuto far parte della piattaforma da sempre.

Fino a oggi, per poter giocare con Google Stadia su telefoni Android era necessario collegare il controller al dispositivo mobile tramite cavetto. Una soluzione indubbiamente pratica, ma pur sempre vincolata al cavo. Ora però non solo la connessione wireless annulla la necessità del cavetto, ma libera la porta del telefono per altre periferiche utili, come un auricolare o un caricabatterie. Vale la pena ricordare che lo scorso mese la Premiere Edition ha registrato il primo vero taglio di prezzo.

A proposito del colosso di Mountain View, di recente la società ha introdotto la possibilità di visualizzare in 3D i dinosauri, per essere precisi ben 10 specie diverse dei giganti del cretaceo. L’unico requisito è quello di avere uno smartphone compatibile con ARCore, quindi basterà effettuare la ricerca su Google di uno dei dieci dinosauri in elenco per visualizzarlo in 3D.