QR code per la pagina originale

Android: come scoprire se qualcuno ti spia

Con Access Dot è possibile scoprire se qualcuno stia spiando il tuo smartphone Android tramite app: guida ad installazione ed utilizzo

,

Gli smartphone sono ormai da anni nel mirino degli hacker esattamente come i computer. I primi cellulari erano difficilmente attaccabili da pirati informatici e spioni, ma con l’evoluzione dei sistemi operativi e delle applicazioni, che hanno trasformato i telefonini sostanzialmente in computer da taschino, hanno cambiato inevitabilmente lo scenario. Gli smartphone moderni sono attaccabili esattamente come i personal computer, tramite codici che si installano in background e sono in grado di carpire informazioni importanti degli utenti, se non addirittura bloccare le funzionalità dei telefoni.

Tra le app maggiormente pericolose, ci sono quelle che riescono ad utilizzare senza il nostro consenso microfono e videocamera per registrare tutto ciò che facciamo. Google ed Apple sono corse ai ripari per i rispettivi sistemi operativi mobili, applicando politiche restrittive nelle autorizzazioni concesse alle applicazioni. Con iOS 14 la casa di Cupertino farà un passo avanti, avvisando gli utenti quando qualche app utilizza senza autorizzazione microfono e videocamera. Su Android una cosa del genere non è ancora in programma, ma si può ovviare. Basta scaricare l’app Access Dots.

Access Dots: come scoprire se ci sono spie

Una volta installata l’app sul proprio smartphone Android, dobbiamo andare nel menu Impostazioni e scegliere Accessibilità. A questo punto facciamo tap sull’icona dell’app e attivare Utilizza il servizio. Da questo momento in poi Access Dots è in funzione: quando qualche app tenta di accedere alla videocamera, appare un puntino verde sullo schermo, mentre ne viene mostrato uno arancione se c’è un tentativo di accesso al microfono. Gli indicatori appaiono agli angoli in basso dello schermo e se ne può personalizzare colore.

Access Dots non ci dice quale sia l’app che stia tentando ti accedere alla videocamera o al microfono, quindi non resta che andare a controllare quali siano le applicazioni attive in background ed eventualmente agire sulle autorizzazioni fino a quando gli indicatori luminosi non scompaiono.