QR code per la pagina originale

Microsoft Teams permette all’NBA di avere i tifosi

Microsoft Teams consentirà ad alcuni tifosi selezionati di salire sugli spalti virtualmente e assistere alle partite NBA.

,

Quando l’NBA ripenderà il 30 luglio la stagione interrotta dal coronavirus, i palazzetti potrebbero avere più di 300 spettatori, nessuno dei quali effettivamente presente nell’arena. Microsoft e la National Basketball Association hanno dichiarato di aver unito le forze per dare accesso alle tribune a fan “virtuali”, usando l’app Microsoft Teams e schermi giganti.

Saranno utilizzati schermi LED alti 5,2 metri ai tre lati dell’arena. Così gli spalti saranno pieni di fan che utilizzano Microsoft Teams per accedere e sedersi uno accanto all’altro grazie a una nuova funzionalità dell’app denominata Together Mode, che simula un gruppo di persone sedute nella stessa stanza.

L’NBA ha sospeso la sua stagione a marzo dopo che un giocatore degli Utah Jazz è risultato positivo al Covid-19. Il campionato di basket americano prevede di ripartire al Walt Disney World Resort, dove giocatori, staff e giornalisti verranno esaminati clinicamente nel tentativo di garantire a tutti la massima sicurezza.

I dirigenti della NBA hanno inoltre affermato di voler rinnovare il loro approccio alla trasmissione televisiva, con telecamere posizionate più vicino ai giocatori per emulare il punto di vista privilegiato dei fan seduti nei posti a bordo campo.

È stato infine dichiarato che i posti virtuali saranno limitati a 320, un numero stabilito in base alle dimensioni del luogo e agli schermi. I tifosi saranno selezionati dalle squadre di casa e ognuna di esse sta lavorando per decidere come gestire le selezioni. Interessante notare come le app di videoconferenze stiano trovando piano piano il loro spazio anche al di fuori dell’ambito smart working e scuola online.

Video:Sottotitoli live per Skype e PowerPoint