QR code per la pagina originale

Zoom, filtri e overlay in stile Snapchat e Instagram

Zoom sta per aggiungere una serie di nuove funzioni, tra cui spiccano filtri e overlay in stile Snapchat e Instagram.

,

Zoom sta aggiungendo un sacco di nuove funzionalità per rendere le riunioni degli utenti meno noiose e ripetitive. Tra queste si annoverano filtri in stile Instagram e overlay ispirati a Snapchat, che consentono all’utente di mettersi una benda sull’occhio dei pirati, di trasformarsi in un unicorno, di indossare una corona fiorita come in Midsommar e altro ancora. Inoltre, la società sta aggiungendo cursori che offrono un maggior controllo sulla luminosità e su quanto l’app possa “ritoccare” digitalmente l’aspetto dell’utilizzatore.

LarmTek Webcam HD

Alta risoluzione, alte prestazioni

39,99 € su Amazon
56,89 € risparmi 17 €

Anche la riduzione del rumore di fondo di Zoom viene leggermente aggiornata. Presto gli utenti potranno beneficiare di quattro opzioni: automatica, bassa, media e alta – che permetteranno di ottimizzare i livelli audio durante la videochiamata. Nel caso in cui si stessero raccontando storie di fantasmi, per esempio, si potrebbe voler ascoltare un po’ di musica spettrale in sottofondo; durante un’altra call, al contrario, si potrebbe preferire una riduzione del rumore più incisiva per assicurarsi che i partecipanti non sentano il cane che abbaia o i bambini che giocano. A completare l’elenco di nuove funzioni ci saranno una serie di nuove “reaction” emoji e una modalità di presentazione Picture-in-Picture che consentirà alle persone di vedere il viso dell’utente e le diapositive contemporaneamente.

La popolarità di Zoom è aumentata vertiginosamente durante la pandemia da nuovo coronavirus, ma ha il servizio ha dovuto affrontare seri problemi di privacy, con utenti malintenzionati che talvolta riuscivano a intrufolarsi nelle videochiamate (un fenomeno divenuto noto come zoombombing). Ad aprile, il CEO di Zoom Eric S. Yuan ha promesso di correggere questi problemi e ha adottato misure per garantire che situazioni simili non si ripetessero.

Video:LibreOffice 6.3