QR code per la pagina originale

Bonus mobilità: niente app, rimborso sul conto

Bouns mobilità: le ultime dal Ministero dell’Ambiente per ottenere il rimborso sull’acquisto di bici e monopattini, nessun click day

,

Dopo tante notizie contrastanti sul Bonus Mobilità (cos’è e come funziona), ci sono importanti novità relative al rimborso per l’acquisto di bici e monopattini. Il Ministero dell’Ambiente pubblicherà presto una web app sul proprio sito ufficiale, tramite la quale sarà possibile caricare lo scontrino (solo quello parlante, però, riportante i dettagli dell’acquisto e il codice fiscale dell’acquirente) o la fattura e recuperare così l’investimento fatto durante il periodo di lockdown. Contrariamente a quanto riportato da alcuni organi di stampa, non ci sarà alcuna app da installare sul proprio smartphone, ma si farà tutto tramite un servizio web realizzato appositamente del ministero.

Bonus Mobilità: no click day, risorse per tutti

A meno di altri slittamenti, riferisce il quotidiano online Open, sarà tutto online entro settembre 2020, quando tramite una sezione del sito del ministero dell’Ambiente, sarà possibile caricare i documenti necessari per ottenere il bonus. In sostanza, basta lo scontrino parlante o la fattura, oltre ai dati del proprio conto corrente. L’accredito avverrà infatti in automatico entro 10-15 giorni lavorativi dalla richiesta. Non ci sarà dunque alcun click day con relativo “time attack” per il rimborso, ma la procedura potrà essere fatta con calma. Non ci sarà una scadenza imminente, superata la quale si perderà il diritto al bonus e il ministero garantisce che ci saranno fondi per tutti. La prima tranche di 200 milioni di euro, servirà per rimborsare chi ha acquistato una bicicletta, una bici elettrica o un monopattino elettrico a partire dal 4 maggio 2020.

Per la seconda tranche, invece, ci saranno dei voucher che gli acquirenti presenteranno direttamente nei negozi che aderiscono all’iniziativa (anche online, come è possibile fare ad esempio su Amazon) per ottenere lo sconto del 60% direttamente alla cassa. Ancora pochi giorni, dunque, e il ministero dell’Ambiente dovrebbe rendere note tutte le linee guida e predisporre l’apposita web app per il bonus mobilità.