Twitch disattiva l’account di Donald Trump

Twitch ha bannato dalla piattaforma Donald Trump, in seguito alla rivolta di mercoledì scorso alla Casa Bianca.

Twitch ha bannato Donald Trump. In seguito alla rivolta di mercoledì scorso a Washington, la piattaforma ha deciso di disabilitare l’account dell’ormai ex presidente: ciò significa che ora Trump non può più trasmettere dirette in streaming ai suoi follower.

Un portavoce della società avrebbe dichiarato:

Alla luce della scioccante assalto alla Casa Bianca, abbiamo disattivato il canale Twitch di Donald Trump. Date le attuali straordinarie circostanze e le parole infiammanti del presidente, riteniamo che questa sia una misura necessaria per proteggere la nostra community e impedire che Twitch venga utilizzato per incitare ulteriori violenze.

Anche altre importanti piattaforme tecnologiche, tra cui Facebook, Twitter e Shopify, hanno preso provvedimenti nei confronti Trump. Questa non è la prima volta che Twitch si ritrova a “bacchettare” il presidente. A giugno, aveva sospeso temporaneamente il suo account dopo che Trump si era messo a trasmettere in streaming segmenti dal suo Tulsa 2020. La società citò le sue politiche su comportamenti di odio e molestie, dicendo che il presidente le violò quando fece osservazioni denigratorie sui migranti messicani.

La piattaforma dedicata allo streaming ha preso sempre più piede negli ultimi tempi, diventando un vero e proprio punto di riferimento per i creatori di contenuti. Lo scorso agosto, Amazon ha rinominato il suo servizio Twitch Prime in Prime Gaming, ma al momento i vantaggi offerti sembrano invariati.

Negli scorsi mesi, inoltre, Amazon Music e Twitch si sono incontrati per permettere agli artisti di trasmettere in live streaming direttamente sul servizio musicale di Amazon.

Ti potrebbe interessare