Microsoft investe 50 mln di dollari sui carburanti da alcol a jet

Microsoft continua il suo impegno verso l’ecosostenibilità, incentivando la produzione di carburante per aerei a basse emissioni di carbonio.

Microsoft consolida il suo impegno verso la riduzione delle emissioni, la valorizzazione della biodiversità, la tutela di risorse come l’acqua e alla lotta agli sprechi, investendo 50 milioni di dollari in una struttura LanzaJet in Georgia che produrrà carburante per aerei da etanolo. A un anno di distanza dalla presentazione della sua strategia per diventare carbon negative entro il 2030 attraverso l’implementazione di un piano per ridurre l’impatto ambientale dell’azienda, dei propri clienti e dei partner, il colosso di Redmond compie un’ulteriore passo anche nel settore dell’economia dell’energia pulita.

Microsoft sempre più “eco”

La Casa Bianca ha dichiarato l’anno scorso di voler ridurre le emissioni dell’aviazione del 20% entro il 2030, poiché le compagnie aeree devono far fronte alle pressioni dei gruppi ambientalisti per ridurre la loro impronta di carbonio. Da questo punto di vista il settore aereo è considerato uno dei più difficili da de-carbonizzare. Il carburante per aviazione rinnovabile rappresentava meno dello 0,1% dell’attuale domanda globale di carburante per aerei di circa 330 milioni di tonnellate nel 2019, ha affermato l’anno scorso la banca d’investimenti Jefferies.

I governi e gli investitori stanno cercando di aumentare gli incentivi per produrre carburante per aerei a basse emissioni di carbonio. L’Unione Europea punta in tal senso ad aumentare la quantità di SAF miscelato nel carburante per jet petroliferi fino al 63% entro il 2050.

La tecnologia LanzaJet consente a Paesi, aziende e industrie di affrontare le sfide climatiche globali e la sicurezza energetica attraverso combustibili sostenibili a basse emissioni di carbonio, a basso costo, collaudati e ampiamente disponibili. In tal sens l’azienda ha dichiarato di aver quasi completato dei lavori di potenziamento strutturale presso la sua bioraffineria di combustibili Freedom Pines, con l’intenzione di iniziare a produrre 10 milioni di galloni di carburante per aviazione sostenibile (SAF) e diesel rinnovabile all’anno da etanolo sostenibile, nel 2023.

Oltre a Microsoft, che nel 2020 ha creato il Climate Innovation Fund per investire 1 miliardo di dollari nei prossimi quattro anni per accelerare lo sviluppo della tecnologia di rimozione del carbonio, anche le major petrolifere, le compagnie aeree e altre società commerciali di petrolio, tra cui Suncor Energy Inc., British Airways e Shell, stanno finanziando la compagnia.

 

 

Ti potrebbe interessare