Ricerca Google più sicura con la nuova Intelligenza Artificiale MUM e BERT

Google aggiorna oggi Ricerca con la nuova Intelligenza Artificiale MUM e BERT, per rendere il mondo delle ricerche ancora più sicuro.

Il gigante di Mountain View ha lanciato oggi la novità relativa all’aggiornamento della Ricerca Google  che sfrutterà l’Intelligenza Artificiale, MUM e BERT, per rendere il mondo delle ricerche ancora più sicuro. Infatti, grazie a queste tecnologie, Google proporrà risultati sempre più affidabili, come nel caso di ricerca di contatti utili per situazioni difficili. Grazie all’IA sarà possibile rilevare automaticamente e con maggiore precisione una varietà più ampia di ricerche legate a momenti di crisi personale.

Google aggiorna la funzione Ricerca con una IA più sofisticata

Ogni giorno milioni di persone si rivolgono a Google per capire come proteggere se stesse e le proprie famiglie. Che si tratti di mettere in risalto informazioni utili in caso di disastro naturale o informazioni sensibili in situazioni di emergenza sanitaria, i servizi di Big G si adoperano per trovare rapidamente le risposte a ciò di cui la gente ha bisogno. I progressi dell’intelligenza artificiale possono in tal senso fare in modo che le nuove tecnologie aiutino le persone a rimanere al sicuro.

MUM, ad esempio, può comprendere meglio le motivazioni dietro alle domande delle persone, e rilevare quando qualcuno ha bisogno di aiuto e formulato un certo quesito per un motivo ben preciso, il che  aiuta a mostrare informazioni affidabili e fruibili in un dato momento.

Inoltre, eviterà l’esposizione a contenuti scioccanti nella ricerca, poiché spesso chi crea contenuti inappropriati utilizza di termini benevoli per facilitarne la diffusione. BERT, dal canto suo,  agisce invece in sinergia per capire meglio cosa si sta cercando. Grazie a esso Google riesce a capire meglio se  le ricerche sono mirate  a contenuti espliciti, aiutando il sistema a ridurre notevolmente le possibilità di incontrare risultati di ricerca inaspettati.

google search

In combinazione con la modalità SafeSearch, che offre alle persone la possibilità di filtrare i risultati espliciti e che è attiva per impostazione predefinita per gli account Google per i minori di 18 anni, la sicurezza degli utenti è in ottime mani. “Ogni giorno”, scrive l’azienda in una nota, “i nostri algoritmi di sicurezza migliorano centinaia di milioni di ricerche in tutto il mondo che si tratti di web, immagini e video. Nei prossimi mesi utilizzeremo MUM per migliorare la qualità delle nostre protezioni anti spam e fare lo stesso in lingue per cui disponiamo pochissimi elementi su cui basare la formazione. Il tutto collaborando con partner di fiducia a livello locale per mostrare informazioni utili in molti altri paesi”.

Ti potrebbe interessare