Apple copierà Android: ecco il motivo per cui potrebbe farlo

Apple potrebbe "copiare" ancora una volta, degli elementi dai top di gamma Android: si dice che iPhone 15 Pro/Pro Max disporranno di un sensore periscopico
Apple potrebbe "copiare" ancora una volta, degli elementi dai top di gamma Android: si dice che iPhone 15 Pro/Pro Max disporranno di un sensore periscopico

La serie iPhone 13 è appena diventata popolare e il device di prossima generazione è già in fase di sviluppo. Sebbene la maggior parte delle indiscrezioni siano rivolte alla prossima line-up di iPhone 14, abbiamo già alcune speculazioni sulla serie di melafonini del 2023.

Perché si dice che Apple “copierà” Android?

Secondo l’analista Jeff Pu, iPhone 15 Pro e 15 Pro Max utilizzeranno un obiettivo periscopico con zoom ottico 5x. L’azienda ha ricevuto diversi campioni di componenti e prenderà la sua decisione finale a maggio.

Gli smartphone di punta Android utilizzano questa tecnologia da anni. Il produttore cinese OPPO ha infatti svelato questa tecnologia nel 2017. Tuttavia, il primo smartphone a utilizzare un obiettivo periscopio è stato il Huawei P30 Pro del 2019. Il colosso cinese e Samsung hanno dotato i loro flagship di obiettivi periscopici, che possono fornire uno zoom da 10x a 100x. Pertanto, la mela si prepara a copiare la tecnologia cinese. Per quanto i fan di Apple odieranno ammetterlo, dobbiamo osservare che il colosso di Tim Cook “copia” (passateci il termine) tecnologia e hardware da Android. L’unica cosa è che la società aspetta qualche anno prima di utilizzarla per poi inserirla con miglioramenti trascurabili.

In effetti, i produttori di Android stanno già rifuggendo dalla fotocamera a periscopio. I famosi analisti Apple, Ming-Chi Kuo, hanno precedentemente affermato che Apple sta lavorando duramente per aggiungere un’ottica simile alla serie iPhone 15.

Calmi: prima che ce lo domandiate, sappiate che un obiettivo periscopio è un sensore tele che imita il design di un periscopio. Utilizza uno speciale prisma ottico per rifrangere la luce nel gruppo di lenti al fine di ottenere l’immagine in questione. Ciò permette di aumentare notevolmente la lunghezza focale della fotocamera, migliorare la capacità di zoom e riprendere scene più lontane e lo fa senza aumentare significativamente lo spessore del telefono. Tuttavia, è importante notare che questa tecnologia occupa una vasta area all’interno dello smartphone.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti