novità

Annalisa Nati pagina 3

AT&T taglia l’1,5% della forza lavoro
at&t

AT&T taglia l’1,5% della forza lavoro

AT&T, la più grande società di telefonia statunitense, ha annunciato un taglio dell’1,5% della sua forza lavoro. L’obiettivo è recuperare 375 milioni di dollari nel primo trimestre. I licenziamenti, che riguarderanno il management della compagnia, corrispondono ad un numero pari a 4.650 dipendenti. Il taglio annunciato si andrà ad aggiungere a quello dei 10.000 entro

Telecom e Apple trovano l’intesa per l’iPhone
iphone umts

Telecom e Apple trovano l’intesa per l’iPhone

Il gruppo di telefonia mobile guidato da Bernabè sarà il primo a poter commercializzare il tanto atteso iPhone della Apple. La notizia è stata anticipata da Repubblica e, pur non essendo ancora ufficializzata, contiene particolari sull’accordo su cui le due società trattano da mesi. A quanto pare, l’intesa è stata raggiunta nella sede di Cupertino

Scrivere un libro premendo un bottone
Imaging

Scrivere un libro premendo un bottone

Il Prof. Philip Parker ha studiato un particolare algoritmo che riconosce un determinato numero di parole che si ripetono. Queste stesse parole formano frasi, e poi libri. Tutto con un clic! Dopo sette anni il software ha ottenuto la patente americana. Nel video, il professore spiega in dettaglio la sua idea.

La grande fuga da Advanced Micro Devices
amd chip

La grande fuga da Advanced Micro Devices

Advanced Micro Devices, azienda leader nella produzione di chip, perde il suo terzo senior executive in meno di un anno. A Settembre e a Giugno la società californiana aveva perso rispettivamente, Henri Richard, capo delle vendite, e David E. Orton, capo dell’unità grafica. Venerdì ad abbandonare la poltrona è stato Phillip D. Hester che a

Cambio al vertice per BT Group

Cambio al vertice per BT Group

Aria di cambiamenti nella sede dell’inglese BT Group, nota società di telecomunicazioni. Il manager Ben Verwaayen, protagonista dell’ampliamento nel settore dei servizi IT, lascia il suo posto di chief executive, ad un veterano della compagnia, Ian Livingston, dal 2005 capo della divisione vendite, nonché ex direttore finanziario. La notizia arriva inaspettata dato che Verwaayen ha

Motorola e Mr. Icahn trovano un accordo
motorola

Motorola e Mr. Icahn trovano un accordo

Lunedì Motorola ha raggiunto un compromesso con l’investitore miliardario, nonché suo secondo principale azionista con il 6,4%, Carl C. Icahn. Icahn è stato l’uomo che ha fortemente spinto la società di telefonia mobile verso la divisione annunciata lo scorso Marzo ed è stato protagonista, come responsabile, di una denuncia a carico di Motorola, per la

Dell taglia le risorse per crescere
dell

Dell taglia le risorse per crescere

In Texas, nella sede di Dell, si tessono nuove strategie nel tentativo di riacquistare l’antica leadership nel settore dei PC. Le pressioni per un piano che preveda un ingente taglio dei costi si fanno sentire da più parti e lo stesso CEO, e fondatore della compagnia, Michael Dell, ammette di non essere soddisfatto del corrente

Yahoo: un altro rifiuto per Microsoft
itunes opa

Yahoo: un altro rifiuto per Microsoft

Yahoo vale molto, sicuramente più di quanto Microsoft offre. Il board di Sunnyvale rifiuta nuovamente l’offerta di casa Redmond. L’ultimatum di sabato non è riuscito a smuovere le posizioni della società californiana che ha spiegato il rifiuto dicendo, nuovamente, che l’offerta sottostima il suo valore. L’offerta iniziale di 31 dollari per azione rimane in piedi,

Nokia in trattativa con le major della musica
emi nokia sony

Nokia in trattativa con le major della musica

A Dicembre, Nokia, la prima compagnia al mondo nel campo della telefonia mobile, aveva annunciato la volontà di offrire musica, in accordo con Universal Music Group, senza limiti e per oltre un anno, ai suoi clienti. Nel corso di questi mesi si è mostrata coerente con gli obiettivi, superandone i propositi. Qualche giorno fa Nokia,

Motorola si spacca in due per accontentare gli investitori
Web e Social

Motorola si spacca in due per accontentare gli investitori

Mercoledì, Motorola ha annunciato che la compagnia si dividerà in due unità: una dedicata ai dispositivi mobili e agli accessori; l’altra alle tecnologie e agli apparati per le comunicazioni wireless di classe enterprise. La notizia arriva dopo mesi di pressioni da parte degli investitori, affinché la compagnia rivedesse i suoi obiettivi strategici. In particolare, la

Salta l’accordo per l’acquisto di 3Com
Web e Social

Salta l’accordo per l’acquisto di 3Com

3Com, società pioniera nell’ambito del networking, mercoledì scorso ha annunciato che le trattative per la vendita con Bain Capital Partners e Huawei Technologies sono da ridiscutere. L’accordo era stato annunciato ad Ottobre e prevedeva la fusione per una cifra pari a 2,2 miliardi di dollari con un ritorno nelle tasche degli investitori di 5,30 dollari

Il ritorno di Mr. Quattrone
aziende

Il ritorno di Mr. Quattrone

Frank Quattrone, noto come il banchiere della Silicon Valley, nonché ex presidente di Credit Suisse, insieme ad alcuni suoi colleghi, lancerà un progetto di una banca focalizzata sul mondo high tech. Il nome sarà Qatalyst Group, avrà base a San Francisco e metterà a disposizione l’esperienza dei suoi fondatori per consulenze strategica in materia di

La crisi di AOL
advertising aol time warner

La crisi di AOL

AOL, la storica società che ha permesso a milioni di utenti di navigare su Internet, sta provando da molto tempo a reinventarsi. Una situazione critica, quella in cui si trova la compagnia, che ha scommesso tutto lanciandosi nel mercato della pubblicità online, per il quale ha speso più di un miliardo di dollari in acquisizioni

Level 3 riorganizza le sue risorse
Web e Social

Level 3 riorganizza le sue risorse

Level 3 Communications, società internazionale di telecomunicazioni e servizi che gestisce una delle maggiori dorsali Internet al mondo, ha reso note le dimissioni del co-fondatore Kevin O’Hara dal ruolo di presidente e COO della compagnia. Le dimissioni avranno effetto immediato; Neil Hobbs, l’attuale vice presidente della divisione vendite e servizi network e Jim Crowe, CEO

Microsoft non spingerà per una fusione con Yahoo
fusione itunes

Microsoft non spingerà per una fusione con Yahoo

In un’intervista rilasciata lo scorsa settimana al quotidiano Financial Times, Ray Ozzie, capo della progettazione di Microsoft, dichiara che la società nell’ottica di un ipotetico accordo con Yahoo, non vuole spingere sulla fusione della sua piattaforma tecnologica con quella del motore di ricerca, sebbene significhi ritardare alcuni benefici degli investitori, quantomeno nel breve periodo. La

Nokia sigla un accordo da 2 miliardi con China Postel
nokia vendite

Nokia sigla un accordo da 2 miliardi con China Postel

Nokia continua a tessere la sua tela in Cina. La notizia di un aumento del 30% delle esportazioni dal mercato cinese, è stata solo il preludio per l’avvio di una presenza sempre più costante e strategica all’interno del mercato cinese. A questo scopo, venerdì scorso, l’azienda finlandese ha annunciato di aver stretto una collaborazione con

L’UE approverà la fusione Google-DoubleClick
Web e Social

L’UE approverà la fusione Google-DoubleClick

Reuters e Bloomberg hanno riportato che la commissione antitrust dell’Unione europea darà il via libera a Google per l’acquisizione di Doubleclick. L’accordo, siglato lo scorso Aprile, era stato da subito oggetto di accese discussioni. Microsoft aveva accusato il diretto concorrente di monopolio del mercato pubblicitario online, dando il via ad una commissione d’inchiesta conclusa con

Facebook scippa il top executive di Google

Facebook scippa il top executive di Google

Sheryl Sandberg, executive arruolata nelle fila di Google dal 2001, ha annunciato che a fine Marzo lascerà libera la poltrona per trasferirsi in qualità di COO nella sede californiana di Facebook, il fortunato social network di Mark Zuckerberg. La notizia, riportata dai maggiori quotidiani mondiali, viene data martedì dai portavoce di BigG, e le ripercussioni

La corsa al mercato cinese di Microsoft e Mozilla
cina

La corsa al mercato cinese di Microsoft e Mozilla

La battaglia per la spartizione del mercato cinese è appena agli inizi ma le maggiori società di informatica già da tempo elaborano strategie per guadagnare terreno e assicurarsi il maggior numero di utenti. Il forte interesse è presto spiegato da un recente articolo apparso su Forbes in cui, Charles Zhang, CEO del portale Sohu.com, ha