Autore: Barbara Celli

E.T., flop clamoroso per Atari

Barbara Celli, 11 maggio 2009 - Nel luglio del 1982, circa un mese dopo il debutto cinematografico di E.T., l’Atari ottiene la licenza per la realizzazione dell’omonimo videogioco, prevedendone l’uscita nel periodo natalizio dello stesso anno. Tuttavia, il titolo in questione non ottenne affatto il successo sperato: anzi; ancora oggi, dopo oltre 25 anni dal suo debutto commerciale, viene da molti […]

Kenbak-1, il primo personal computer

Barbara Celli, 15 aprile 2009 - Il Kenbak-1, designato dal “Computer History Museum” e dall'”American Computer Museum” come primo “personal computer” al mondo, fu, più precisamente, la prima macchina stored-program (ovvero basata sull’architettura di von Neumann) e ideata per l’uso personale disponibile in commercio. Progettata principalmente per scopi educativi da John Blankenbaker della Kenbak Corporation nel 1970, fece la propria comparsa […]

Mark-8, il microcomputer “Fai-da-te”

Barbara Celli, 7 aprile 2009 - Nel luglio del 1974, la rivista americana Radio Electronics Magazine appassionò i propri lettori con la pubblicazione di una guida relativa alla costruzione casalinga di un microcomputer, il Mark-8, per la ragionevole cifra di 300 dollari. Sviluppato da Jonathan Titus, giovane ingegnere della Blackburg, si tratta di un kit (o meglio, di un progetto, visto […]

Cray-1, il primo supercomputer

Barbara Celli, 2 aprile 2009 - Il primo grande successo nella progettazione di quei complessi calcolatori, conosciuti come super-computer, è da attribuire indubbiamente al Cray-1, sviluppato nel 1976 dalla Cray Research del Minnesota. Sostanzialmente, si trattava di una macchina con una potenza senza pari e con una mole tale da esortare Seymor Cray, direttore del team di progettisti, a ideare un […]

STacy, l’Atari ST portatile

Barbara Celli, 26 marzo 2009 - Per anni, Atari parlò di avere in progetto la realizzazione di una versione portatile del sistema ST, ma fu solo verso la fine del 1989 che fu annunciata la nascita di STacy. Pensato principalmente per un target di musicisti professionali era, infatti, l’unico portatile dell’epoca a disporre di porte MIDI di serie. STacy completò le […]

MultiTech Microprofessor, il computer “libro”

Barbara Celli, 23 marzo 2009 - Il Microprofessor I, introdotto sul mercato nel 1981 dalla MultiTech azienda che, pochi anni dopo, diventerà la ben nota Acer, è un micro-computer a scopo didattico, dalle dimensioni simili a quelle di un dizionario. In effetti, lo stesso design del MultiTech Microprofessor si discosta dall’idea tradizionale di un classico computer. Il sistema, costituito da una […]

HP-85, il computer con stampante integrata

Barbara Celli, 20 marzo 2009 - Nel gennaio del 1980, dopo quattro anni di lavoro top-secret sul sofisticato calcolatore denominato “Capricorn”, la Hewlett Packard mette a punto la sua nuova macchina, l’HP-85. Inizialmente rivolto ad un ambito professionale, questo computer utilizza un particolare microprocessore a 8 bit in grado di offrire una precisione a dodici cifre, valore di accuratezza impensabile per […]

Advantage, il computer “all-in-one”

Barbara Celli, 13 marzo 2009 - Secondo computer prodotto dall’azienda elettronica “Northstar”, l’Advantage apparve sul mercato a partire dai primissimi anni ’80. Si trattava, in pratica, di un sistema “all-in-one” comprensivo di processore, monitor, tastiera e memorie secondarie. Definito come un computer quasi “indistruttibile”, il Northstar Advantage sfruttava il microprocessore Zilog Z80 a 4 MHz, possedeva 64K di memoria RAM nonché […]

Shinobi, l’indimenticabile ninja di SEGA

Barbara Celli, 6 marzo 2009 - Shinobi, tuttora considerato un classico intramontabile, è indubbiamente uno dei titoli più fortunati fra quelli editi dal colosso giapponese SEGA. Apparso nelle sale giochi a partire dal 1987, ha mantenuto vivo il proprio successo grazie alle numerose conversioni per le principali piattaforme dell’epoca (come “Atari ST”, “Commodore 64” e “Sega Master System”, giusto per citarne […]

Film Disc, lo standard flop di Kodak

Barbara Celli, 20 febbraio 2009 - Il FotoDisco, più noto a livello internazionale come Film Disc, fu un formato ideato da Kodak nel 1982 e destinato al mercato dell’elettronica di consumo. L’intenzione di base era quella di sviluppare e migliorare la precedente linea Instamatic, rendendo ancor più semplice il caricamento di una nuova pellicola, in una fotocamera che potesse funzionare comodamente […]

Philips Moving Sound, walkman e radio per i giovani

Barbara Celli, 13 febbraio 2009 - A metà degli anni ’80, un sondaggio della Philips Consumer Electronics mise in luce alcune “difformità” commerciali: se, da un lato, Philips non faticava affatto ad attecchire sul mercato dell’elettronica di consumo, dall’altro lato emergeva che i suoi prodotti erano scarsamente apprezzati dal pubblico giovanile, il quale manifestava una chiara preferenza per la concorrenza giapponese. […]

Sega Mega Jet, una console per i voli aerei

Barbara Celli, 12 febbraio 2009 - Il Sega Mega Jet fu, in pratica, una versione portatile del Mega Drive appositamente ideata per l’utilizzo sulle linee aeree giapponesi. A partire dal 1992, infatti, il Sega Mega Jet divenne un’insolita trovata promozionale della Japan Airlines, che decise di noleggiare tale console per offrire un divertimento videoludico a bordo dei propri voli. Il dispositivo […]

Astrocade, la console rivale di Atari

Barbara Celli, 29 gennaio 2009 - Con l’intento di scalfire la supremazia di Atari nel mercato video-ludico, nel 1977 il team Midway (divisione di videogiochi della casa produttrice Bally) realizza il Bally Astrocade, una console a cartucce dotata di migliori prestazioni grafiche e audio. Originariamente chiamata Bally Home Library Computer, fu inizialmente disponibile solo tramite ordine postale. Poco dopo, prima di […]

Philips K7, il registratore a cassette

Barbara Celli, 27 gennaio 2009 - Correva l’anno 1963 quando Philips introdusse la musicassetta K7 riscuotendo un successo quasi immediato, grazie alla sua maggiore economicità e maneggevolezza rispetto ai nastri a bobine. Il modello Philips EL-3302, più comunemente noto come Philips K7(dal nome dell’omonimo standard), fu uno dei primi apparecchi ad utilizzare il nuovo formato. Si trattava, in pratica, di un […]

Deskpro, il primo desktop di Compaq

Barbara Celli, 15 gennaio 2009 - Nel 1984, più precisamente il 28 giugno, Compaq rilascia il primo di una fortunata serie di PC desktop, il Deskpro. Si trattava di un computer a 16-bit, basato su un microprocessore Intel 8086 a 7.14 MHz. Dotato di un hardware integrato, combinava la scheda video a colori Color Graphics Adapter con una Monochrome Display Adapter […]

CDTV, il sistema multimediale/interattivo secondo Commodore

Barbara Celli, 15 gennaio 2009 - Il Commodore Dynamic Total Vision, più comunemente conosciuto come CDTV, è sostanzialmente un ibrido fra un computer (per la prima volta comprensivo di un lettore CD-ROM di serie) e una macchina pensata per l’intrattenimento domestico. Apparso sul mercato a partire dal 1991, ha rappresentato uno dei tentativi di Commodore di imporsi nel mercato dell’elettronica di […]

Casio Mini, la calcolatrice domestica

Barbara Celli, 14 gennaio 2009 - La “Mini“, prodotta e commercializzata da Casio, a partire dal 1972, è stata una fra le prime calcolatrici tascabili apparse sul mercato, intenzionalmente progettata per conquistare un target differente rispetto a quello dell’uso professionale. Sebbene fosse limitata nelle proprie funzionalità, la Casio Mini ha segnato profondamente l’evoluzione del mercato delle calcolatrici.

Supervision, il fallimentare concorrente del Game Boy

Barbara Celli, 12 gennaio 2009 - Nata come console concorrente del più costoso Game Boy di Nintendo, Watara Supervision comparve sul mercato a partire dal 1992 in una speciale confezione comprendente anche un gioco battezzato come CrystBall, molto simile al noto Breakout. Si trattava, in pratica, di un handheld game in bianco e nero il cui nome, Supervision, stava ad indicare […]

View Master, il binocolo magico

Barbara Celli, 9 gennaio 2009 - Sebbene le origini delle tecniche stereoscopiche risalgano a tempi ben più antichi, è a partire dagli anni ’60 che si diffondono nel nostro paese i primi visori 3D, specie commercializzati come “semplici” giocattoli. Fra questi, il View Master conquista un posto d’onore grazie anche al suo ottimo successo commerciale: si stima che, durante il secolo […]

Microvision, la prima console portatile a cartucce

Barbara Celli, 2 gennaio 2009 - Il Microvision, grazie ai propri aspetti innovativi, viene incluso a pieno titolo fra le prime console portatili della storia. Sviluppato nel lontano 1979 da Jay Smith e distribuito dalla statunitense Milton Bradley Company, Microvision possedeva varie peculiarità tecnologicamente avanzate, tipiche dei più moderni handheld game. Tale console può essere considerata come un Game Boy piuttosto […]

  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4