novità

Raimondo Fanale

La pubblicità collaborativa è efficace?
Web e Social

La pubblicità collaborativa è efficace?

Nello scenario delle pubblicità che sfruttano le moderne tecnologie di comunicazione e collaborazione volevo sottoporre il caso di Motorola e della sua campagna “Caleidoscopio“. Per far crescere il numero di visitatori sul sito dedicato al nuovo prodotto lanciato (per il momento nei paesi Asiatici, Medio Oriente ed Africa) è stato utilizzato un semplice escamotage. I

Il club del pinguino
Web e Social

Il club del pinguino

A parte il titolo criptico, parlo di una cosa seria: ovvero del giro di affari che ruota intorno ai mondi virtuali e l’interesse che generano. Si parla tanto, anche su questo stesso blog, di SecondLife ed ormai tutti ci siamo fatti un’opinione sull’argomento e alcuni di noi si muovono ormai bene sia nel mondo virtuale

Una questione di privacy
Web e Social

Una questione di privacy

Se il caposaldo del 2.0 è la condivisione, allora possiamo pensare che anche la mancanza di privacy (già discussa diverse volte) lo sia. Non tanto perchè grosse multinazionali o fantomatici gruppi di controllo hanno messo mano su dati che ci riguardano, ma perché chiunque abbia voglia di scrivere può lasciare una traccia. Allora ci troviamo

Magnify-co
Web e Social

Magnify-co

La startup ha preso il via a Febbraio 2007 ed ha subito messo un “paletto” sul modo di intendere la condivisione video. Stiamo parlando di Magnify che non si propone neanche come rivale dei più blasonati Youtube o Kyte, ma anzi si propone come un aggregatore. In poche parole ecco come funziona: dopo l’iscrizione si

Il Web 2.0 è pericoloso per la cultura?
Web e Social

Il Web 2.0 è pericoloso per la cultura?

Leggo una articolo interessante uscito su Technaute, intitolato “il Web 2.0 uccide la cultura?” che inizia con una frase d’effetto di Andrew Kenn, autore del libro “The cult of the amateur”. E’ vero che la nostra cultura si sta impoverendo? È vero che dare la possibilità di intervenire a “terzi sconosciuti” rende povera sia l’informazione

Mashup Spam
Web e Social

Mashup Spam

Ok, la popolarità degli autori è una cosa, ma la popolarità dello strumento è un’altra, ed è ancora più pericolosa soprattutto quando gli utenti non sono così “smaliziati” da poter distinguere. Devo dire che questa volta gli utenti non hanno poi molto da poter distinguere, se non andare presso una Camera di Commercio e verificare

PageFlake versione Blizzard
Web e Social

PageFlake versione Blizzard

Pare che alcuni Big del social network abbiano cambiato modo di vedere e siano riusciti prima di altri a creare una tipologia di servizi che meglio rappresenta il modus operandi di un servizio di diffusione. In particolare sto parlando di Pageflakes, che a luglio ha rinnovato la home personalizzabile, permettendo di personalizzare i tab ed

RSS batte Newsletter 2 a 0
Web e Social

RSS batte Newsletter 2 a 0

Il JDN (Journal du Net) ha pubblicato, qualche giorno fa, un articolo interessante su come e soprattutto “cosa” continua a rivoluzionare la diffusione dell’informazione: gli RSS. Analizza non soltanto la comodità di poter utilizzare un aggregatore per più fonti, ma il fatto che fino a questo momento i flussi RSS non sono soggetti a bombardamenti

Visitatori o lettori?
Web e Social

Visitatori o lettori?

Aref JDEY, autore di Vtech, ha pubblicato uno studio sulle pratiche di scelta e lettura di un blog, sintetizzandole in 14 slide. Dallo studio condotto tra il 1 ed il 29 aprile su 518 utenti risulta che: l’aspetto sociale dei blogroll e del passaparola assumono rispettivamente il 40% ed il 20% della rilevanza sulla scelta

Digg-like in chiave sociale
Web e Social

Digg-like in chiave sociale

Mi sono da poco imbattuto in un nuovo sito/servizio che trovo interessante per i suoi spunti tecnici e sociali. Prima di tutto devo fare un commento positivo all’organizzazione dello stesso, che come prima cosa prevede un’ampia sezione di spiegazioni e pongo al volo una domanda: quanti utenti in più si riescono ad avere se le

Web Trend Map 2007 v2
Web e Social

Web Trend Map 2007 v2

Leggo che Information Architect Japan ha rilasciato la sua Web Trend Map 2007 rinnovata, dove 200 siti e servizi 2.0 vengono citati ordinati per categoria, popolarità, somiglianza. Un utile strumento per dimostrare le relazioni tra siti ed idee? Io lo vedo più come un utile strumento per decorare le pareti del proprio ufficio e spiego

Segnalazioni 2.0
Web e Social

Segnalazioni 2.0

Più che segnalazioni questa è una vacanza virtuale… Un volo su Dublino (si, d’accordo ci sono altre città… ma il fascino di Dublino è indiscusso) tramite Goggles Flight Sim. Cerco di fare un grabbing del mio volo e di montarne il video, ma non ho uno strumento adatto… allora uso servizi come Jaycut. Se non

Riorganizzare il contenuto
Web e Social

Riorganizzare il contenuto

Uno dei dubbi e dilemmi più grandi quando si ha a che fare con un sistema di contenuti è l’organizzazione dell’interfaccia di presentazione. A tale proposito vorrei segnalare la soluzione proposta da Oracle per la sua piattaforma di blogging aziendale. Il problema, per la Oracle, non è certo cosa scrivere e cosa pubblicare, né i

Il gioco sociale
Web e Social

Il gioco sociale

Grazie alla segnalazione dell’impeccabile Duncan Riley, mi è capitato sottomano il sito chess.com, un social network dedicato al mondo degli scacchi. Sembra un servizio completo dove un membro della community può trovare tutto quello di cui necessita per soddisfare la sua passione per il gioco: una sezione per giocare contro il pc (con un disclaimer

Concerto live
Web e Social

Concerto live

Gli artisti condividono, i blogger diffondono. Una rappresentazione figurativa molto efficace quella proposta: come api (i blogger) con i fiori (artisti) si vive in simbiosi. E questa idea ha dato vita il 13 aprile passato a BnFlower.com, una servizio/comunità di promozione di nuovi artisti dove: gli artisti propongono i loro pezzi musicali i blogger scelgono

Il potere ai consumatori
Web e Social

Il potere ai consumatori

Fino ad ora si parla di servizi 2.0, di condivisione di conoscenza e di informazioni, di partecipazione dell’utenza di internet. Cosa succede però quando invece che servizi proposti dalle aziende troviamo lamentele degli utenti? Sappiamo bene che il tam-tam provocato da un blogger e da un suo post può essere molto potente, allora qualcuno è

Widget ovunque?
Web e Social

Widget ovunque?

In seguito al proliferare di queste piccole piattaforme per la distribuzione di contenuti, anche alcune aziende si sono lanciate nella sfida del widgettable, e promettono ritorni non indifferenti. Eppure, dopo l’articolo del Wall Street Journal sono andato a vedermi i dati statistici pubblicati. Le statistiche sono state elaborate e pubblicate da comScore. comScore, a leader

Web-worte che snervano
Web e Social

Web-worte che snervano

Ok, ci tengo a dire che non sono impazzito, non del tutto. Ma per introdurre un bel sondaggio condotto dal magazine Spiegel non potevo fare altrimenti. Vi siete mai chiesti qual’è una delle parole che più snervano nel web? Secondo un sondaggio è proprio il termine web 2.0. Seguono poi altri termini: al secondo posto

Mashup e Google Maps
Web e Social

Mashup e Google Maps

Spesso mi piace unire l’utile con il dilettevole e devo dire con tutta onestà che andare in giro per il web e trovare ogni tanto delle particolarità come quelle che vi presento in questo post è divertente e spesso fornisce anche piccoli spunti lavorativi, e quindi perchè indugiare? Cominciamo con uno dei miei preferiti: UFO

Web 2.0 goes to work
Web e Social

Web 2.0 goes to work

Se il web 2.0 chiama… IBM risponde e non si lascia scappare questa fetta di mercato. Dalla combinazione di contenuto, esperienza e collaborazione possono nascere tante applicazioni web di nuova generazione ed IBM concentra i suoi sforzi sulle aziende, veicoli di tecnologia ed attori che rendono importante il web 2.0. Info 2.0 è il nome