Digitale terrestre, è SCONTRO tra cittadini, istituzioni e RAI per i troppi disservizi

Digitale terrestre, in Italia è rivolta: da nord a sud utenti e intere cittadine lamentano problemi nel ricevere i canali RAI e Mediaset.
Digitale terrestre, in Italia è rivolta: da nord a sud utenti e intere cittadine lamentano problemi nel ricevere i canali RAI e Mediaset.

Non c’è pace per il digitale terrestre. Il passaggio alla nuova Era della televisione più che portare le tanto pubblicizzate novità positive ha finito per scontentare migliaia di cittadini italiani, alle prese con canali che non si vedono, o si vedono a singhiozzo, o problemi nella ricezione del segnale audio, nonostante l’utilizzo di decoder predisposti come questo di Fenner, ora in offerta su Amazon. Per non parlare della necessità, talvolta, di doversi procurare un amplificatore per poter ricevere bene le immagini digitali e potersi quindi gustare senza scatti i propri programmi preferiti.

Digitale terrestre e disservizi: molti cittadini si ribellano

In effetti non sempre basta una risintonizzazione dei canali del digitale terrestre o qualche accorgimento tecnico per risolvere i problemi di ricezione delle trasmissioni televisive. Certi disservizi sono così gravi e radicati che, a questo punto, risulta indispensabile un intervento tecnico da parte dello Stato. A maggior ragione considerando che quasi 20 milioni di  italiani hanno già deciso di abbandonare switch off e problemi vari rifugiandosi sul satellite, tramite il quale guardano i programmi televisivi.

Senza contare il fatto che è semplicemente assurdo che migliaia di persone paghino una tassa come il Canone per vedere dei canali, quelli della RAI, che poi nemmeno riescono a poter guardare proprio a causa di disservizi che non dipendono da loro.

Loro che magari hanno anche speso parecchi soldi per adeguare i propri impianti di ricezione, acquistando televisori ad hoc, decoder e antenne con amplificatore di segnale. Ecco perché tra lettere di protesta al Governo e alla RAI, minacce di disdetta e di denunce, nonché ad alcuni prefetti a opera in questo caso anche di qualche sindaco di Comuni praticamente oscurati del segnale della televisione di Stato, la speranza è che quanto prima si muova qualcosa e magari si metta mano a impianti e ripetitori. Ad ogni modo, se siete ancora tra coloro che non avete effettuato il passaggio al nuovo digitale terrestre vi segnaliamo che su Amazon c’è un ottimo decoder multifunzione a un costo decisamente interessante, ovverosia 21 euro, comprese le spese di spedizione.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Ti consigliamo anche

Link copiato negli appunti